RoveretoGreen e i burger di lenticchie per Salutiamoci!

Ci sono! Povero bloggino, visto da qui sembra quasi abbandonato.. ma in realtà in questi ultimi giorni il backstage è stato in piena attività!

Avrei voluto fare un post prima ma proprio non sono arrivata. Così sono qui a raccontarvi, per chi non lo sapesse, cosa è successo lunedì scorso.. anche se chi mi segue anche su Facebook già lo sa.
Fatto sta che nel programma organizzato da RoveretoGreen per Settimana per la Riduzione dei Rifiuti (spero che l’abbiate già visto, ma in caso andate a curiosare quante belle proposte!) sono stati inseriti anche due laboratori de LaTanaDelRiccio. Cosa centra il cibo con la riduzione dei rifiuti? Tantissimo!!

Mi impressiona pensare che un terzo del cibo prodotto al mondo viene sprecato e che gli italiani sprecano in media il 15% del cibo che acquistano. Alla faccia della crisi! Non pensate che forse dovremmo sfruttare questo momento per fare una riflessione sulle nostre abitudini anche alimentari?

Prima di tutto: perché non cerchiamo di ridurre i rifiuti semplicemente non comprandoli? Evitiamo di acquistare tutti i prodotti con imballaggi eccessivi, andiamo a fare la spesa con la nostra borsa di stoffa, acquistiamo il più possibile prodotti sfusi (cercando bene si trovano!).
Facciamo la lista della spesa con solo quello di cui abbiamo bisogno, prepariamo un programma settimanale dei pasti, consumiamo prima gli alimenti più facilmente deperibili.
Ed infine l’ultimo consiglio che vi voglio lasciare è quello di autuprodurre il più possibile per ridurre gli imballaggi ed avere un maggiore controllo sulle materie prime. Se poi si scelgono prodotti biologici base (non i biscottini confezionati insomma) non spenderete poi tanto e potrete usarli completamente senza gettare le bucce con le quali si possono preparare cose deliziose!

E poi sicuramente la fantasia in cucina ci saprà suggerire mille modi di presentare lo stesso alimento in forme diverse!
Volete alcuni suggerimenti? Eccoli!

  • Gli scarti delle verdure possono finire in un passato di verdura, un brodo vegetale, o nel dado.
  • Verdure e legumi cucinati, ma anche altri avanzi, sono ottimi per preparare delle polpette, nelle zuppe, negli gnocchi, spatzle.
  • Avanzi vari possono guarnire focacce, frittate, panzerotti, ravioli e torte salate.
  • Il purè avanzato può essere trasformato in crocchette, come il risotto in arancini.
  • Gli alimenti che ci mettono molto a cuocere (ad esempio cereali integrali e legumi), possono essere preparati in dose doppia e poi reinventati con fantasia.

I laboratori sono stati due ed in ognuno sono state fatte 4 preparazioni diverse.

Regalini commestibili
Un regalo fatto con le proprie mani e “consumabile” è il modo migliore
per festeggiare un momento speciale aggiungendo valore a ciò che doniamo
e rispettando il nostro mondo.

cioccolatini ripieni di scorza d’arancia
dado vegetale granulare
tisane fruttate
vasetto biscottoso

Un menù che non avanza
Riproporre in veste diversa, gustosa ed elegante
quello che potrebbe sembrare uno scarto,
è un’arte che accende la fantasia e le papille gustative.

crema di zucca e finferle con castagne
gnocchi di polenta al pesto trentino
burger di lenticchie
tartufini di panettone

Ho incontrato persone aperte, affiatate e curiose che si sono messe in gioco ed ho passato un pomeriggio davvero piacevole.
Quindi se passerete di qua.. a voi va un GRAZIE di cuore!

Ma non è solo per questo che scrivo questo post. Novembre sta finendo ed io non ho ancora pubblicato una ricetta inedita per Salutiamoci!

Rimedio subito con i burger di lenticchie che abbiamo preparato ai laboratori di lunedì, raccontandovi anche un piccolo aneddoto lavorativo che ci ha dato grandi soddisfazioni.

La settimana scorsa avevamo visto con i ragazzi delle medie il film/documentario Supersize Me, ma non volevamo fermarci lì, abbiamo voluto offrire loro anche un’alternativa. Così ieri ci siamo messi all’opera ed abbiamo impastato dei panini con farina di grano tenero, grano duro e segale e li abbiamo imbottiti con questi burger.
Un commento è stato “è più buono del kabab!”.. soddisfazioni ;)

Ora basta chiacchiere.. porto questa ricetta a IlMondoDiCì.

Buon appetito!

Burger di lenticchie

Ingredienti:

2 tazze di lenticchie stufate
circa 3 cucchiai di pan grattato autoprodotto da pane con pasta madre
2 cucchiai di prezzemolo
un spicchio d’aglio
spezie a piacere
2 cucchiai di olio evo

Tritare il prezzemolo e l’aglio a cui sarà stato tolto il germoglio centrale. Schiacciare le lenticchie fredde con una forchetta ed aggiungere il trito appena preparato.

Insaporire con spezie a piacere, assaggiare ed eventualmente regolare con sale integrale. Incorporare anche il pan grattato e formare i burger con le mani umide.

Dorare in padella o in forno leggermente unti di olio evo, oppure congelarli per utilizzarli all’occorrenza.

About these ads
Questa voce è stata pubblicata in autoproduzione, chiacchiere, legumi, ricette base, riciclo, secondi, vegan e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

23 risposte a RoveretoGreen e i burger di lenticchie per Salutiamoci!

  1. Daria ha detto:

    Buonissimi i burger e bellissime le tue attività di questi giorni!

  2. Peanut ha detto:

    Ma che bravaa complimentissimi per i corsi! Io è davvero difficile che butte il cibo, mangio anche quello più deperito e se proprio non è più commestibile ci pensano le galline, però, ecco, ho qualche problema quando vado a far acquisti, a trattenermi al minimo indispensabile..ancor meno potrei fare degli schemi coi pasti pianificati :\ seguo troppo l’onda del momento, almeno una cosa che non pianifico..questa preferisco lasciarla alla “naturalità”. però compenso perchè ci sono periodi che non compro assolutamente nulla, quindi come si dice qui, poggio e buca fa pari! ;D
    i legumi li recupero spesso anch’io per le crocchette, e le tue sembrano davvero buonissime, così compatte!
    ne posterai altre di ricette dal corso? me ne interessavano giusto un paio…;)
    un bacio

  3. Chiara ha detto:

    Sai quanto mi è dispiaciuto non poter partecipare al corso…attendo qualche ricettiva qui e intanto mi godo questo hamburger… :-) bacio

  4. CescaQB ha detto:

    Davvero complimenti per questa iniziatva con i controfiocchi! Sensibiliszzare sul rispetto del cibo e delle risorse è un compito importantissimo ^_^
    E complimenti anche per i tuoi burger!!!

  5. ilmondodici ha detto:

    dire solo “slurp!!!” vale?
    Fantastiche e mi piace un sacco la presentazione, quelle renne mi fanno pensare a un invito alla nota catena svedese a proporre polpette un po’ più etiche e sane! :)
    Grazie, ti inserisco subito! :)

    • ilmondodici ha detto:

      e sul resto mi trovi più che d’accordo!!! Ho dovuto buttare via un sacco di cose meravigliose causa assatanate farfalline della farine che mi hanno attaccato la qualunque e non riuscivo ad arginare la cosa, nemmeno passando la farina in freezer come mi ha suggerito l’amica comune Annalista. E’ stato veramente deprimente, anche perchè molti erano regali (onestamente: cibi che io non consumo e avevo lasciato in fondo…. ). :( Ho deciso di comprare meno, di chiedere di non regalarmi più niente di commestibile, anche se avere la dispensa piena di cereali e legumi per me è una sicurezza però così è un rischio :( specie comprando bio, con tutti quegli imballaggi così golosi perchè contengono spesso mais…. ufffa!!!!
      E poi io spesso propongo la “cucina degli avanzi” ;) basta un po’ di fantasia e escono piatti fantastici!

      • xcesca ha detto:

        Hehe, che ridere!
        A me fanno regali commestibili, ma in genere non mi trovo la dispensa piena.. o meglio.. i regali commestibili arrivano a Natale soprattutto e quindi non c’è il rischio farfalline!
        Comunque non avevo pensato all’invito subliminale alla catena svedese :D

  6. Astrid ha detto:

    Io molte volte mi accorgo di scartare un po’ troppo spesso parti di verdure che veramente potrei frullare per dare corposità alle zuppe per esempio! Bravissima come sempre. Molto interessante e soprattutto devo fare questi burger così salutari e golosi ^_^

  7. Marta Filipponi ha detto:

    con le lenticchie mi mancano, e dire che mi riprometto spesso di provarle…seguro’ la tua burger-via! :)

  8. Cinzia ha detto:

    Bravissima!!! Complimenti complimentoni!!!
    Mi è dispiaciuto tanto non aver potuto partecipare! Queste iniziative sarebbero utilissime a chi lavora tutto il giorno e ha poco tempo da dedicare alla cucina e all’economia domestica; darebbero suggerimenti per ottimizzare i tempi senza sprechi!
    Però purtroppo vengono proposte in orari impossibili proprio per chi lavora tutto il giorno…:-(
    mi sa che continuerò a rimanere nella fascia di italiani che butta il 15% del cibo che compra al supermercato più costoso, senza prodotti sfusi, ma l’unico vicino al posto di lavoro! :-((
    W il part-time!

  9. perlinazzurra ha detto:

    Stasera faccio le lenticchie per poi fare gli hamburger! Altro che avanzi!!!

  10. Felicia ha detto:

    Bravissima, complimenti per i due laboratori, interessanti ed utili, mi sarebbe piaciuto vederti e annuire!!!! adoro aprire il frigorifero e creare con quello che trovo, che soddisfazione portare in tavola un piatto invitante con gli ingredienti del giorno prima!!!! Questi burger sono favolosi, sfiziosi, invitanti!!!! W le lenticchie :-)

  11. Pingback: Burger di broccoli e germogli di azuki, autoproduzione e 100 cult in padella | la tana del riccio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...