Pancake salati ai piselli e kefir

pancakepiselli

In un negozio non proprio vicinissimo a casa mi ero fatta macinare sul momento dei piselli decorticati e ne era uscita una farina verdolina proprio bella. Ci ho messo un po’ però a decidere cosa farcene anche perchè volevo proprio che si vedesse quel bel colorino e che si percepisse distintamente il sapore. Insomma, non volevo aggiungerne un cucchiaio qua e là a caso.

Poi mi è venuta l’idea dei pancake che però non avevo mai fatto salati, e complice un bel po’ di siero di kefir avanzato, ho messo insieme questo piattino che può essere sia un antipasto (in questo caso diminuite le dosi), che un secondo, che una portata per un brunch domenicale o una colazione salata.

Naturalmente se non trovate la farina di piselli potete sempre farli con quella di ceci, io magari proverò a frullare delle lenticchie decorticate e farli anche con quelle. Nel caso usaste il frullatore magari allungate il tempo di riposo in modo che gli eventuali pezzi più grossi abbiano il tempo di assorbire bene il liquido.

Oggi poche chiacchiere che devo scappare al lavoro, spero vi piacciano!

Pancake salati ai piselli e kefir

Ingredienti per due persone:

50 gr di farina di piselli
60 gr di farina semintegrale
un pizzico di sale
2 cucchiaini rasi di cremor tartaro
220 gr di siero di kefir di soia (oppure acqua e yogurt di soia in proporzione 2:1)
un cucchiaio di prezzemolo in polvere
un pizzico di aglio in polvere
pepe nero q.b.
olio evo q.b.

per la salsa:

100 gr di kefir di soia (o yogurt di soia)
un pizzico di sale
la punta di un cucchiaino di senape piccante
un cucchiaino di prezzemolo tritato

Mescolare le farine con il lievito, il sale, il pepe e l’aglio in polvere. Aggiungere continuando a mescolare con una forchetta il siero del kefir facendo attenzione a sciogliere gli eventuali grumi. Lasciar riposare in frigo per almeno 30 minuti, possibilmente di più.

Preparare la salsa mescolando il kefir di soia con il sale e la senape.

Mescolare la pastella con il prezzemolo, scaldare una padella antiaderente, ungerla con poco olio aiutandosi con uno scottex e cuocere un pancake alla volta rigirandolo quando si saranno formate le bollicine in superficie.
Man mano che sono pronti adagiarli uno sopra l’altro in modo che si mantengano caldi.

Servire i pancake con una cucchiaiata di salsa al kefir e una spolverata di prezzemolo.

 

Pubblicato in antipasti, legumi, secondi, vegan | Contrassegnato , , , | 12 commenti

Quinoa con verdure e tempeh croccanti su crema di carciofi

quinoacarciofiEro a corto di post “salati” da offrirvi. Un dolce si può fare in qualsiasi momento, anche la sera quando si ha un attimo libero, e poi fotografarlo il giorno dopo con calma, se non intero, almeno la fetta che ne è rimasta. Un piatto “da pasto” invece ha bisogno del suo tempo per essere preparato, rigorosamente a pranzo per la poca luce che ancora c’è in modo da poter essere fotografato subito, e soprattutto non bisogna essere troppo affamati altrimenti si rischia di divorare il tutto prima ancora di riuscire ad impiattare :)

Forse si potrebbe fare una gallery sui piatti fotografati per il post, e quello che effettivamente ci mangiamo noi food-blogger. Dai, non ditemi che sono l’unica che mette tutto carino nel piatto per fotografare e poi per mangiare aggiunge come capita gli avanzi che sono rimasti in padella “perchè non è carino fotografare un piatto troppo pieno” ;)

Ad ogni modo oggi ho avuto un po’ più di calma ed ho voluto giocare sulle consistenze e sui sapori. All’amaro e morbido della crema di carciofi, ho abbinato il dolce e croccante di carote e finocchi, e dato che mi piacciono i gusti decisi, ho aggiunto un tempeh marinato e leggermente affumicato che ci stava proprio bene.

Insomma, oltre a mangiarmi il piatto fotografato ho spazzolato per bene anche gli avanzi in padella!

Prima di salutarvi però volevo farvi un piccolo regalino. Lo so che il 2015 è iniziato da un po’, ma se anche voi come me avete l’esigenza di avere tutto l’anno sott’occhio per capire i vostri impegni, le vostre scadenze, le ricorrenze, quando vi vengono a trovare gli amici ecc.. vi ho preparato questo planner che potete scaricare gratuitamente e stampare fino ad una dimensione di 594×841 mm (A1). Ora vado a riempire il mio!

Planner2015Vi auguro una felice settimana!

Quinoa con verdure e tempeh croccanti
su crema di carciofi

Ingredienti per due persone:

2 tazzine di quinoa trigolore
4 tazzine di acqua
due pizzichi di sale integrale
2 cucchiai di olio evo
una carota
un finocchio
due fette di tempeh
sale alle erbe, paprica affumicata, curcuma

per la crema ai carciofi:

un carciofo lessato
un cucchiaio di olio evo
acqua di cottura dei carciofi q.b.
latte di soia q.b.
noce moscata, pepe neroun pizzico di sale integrale

Preparare la marinatura con un cucchiaio di olio evo, le spezie e poco sale alle erbe. Tagliare 4-6 fettine di tempeh molto sottili per fare le chips di decorazione, il restante tagliarlo a cubetti piuttosto piccoli. Irrorare il tempeh con la marinatura e lasciar insaporire per almeno mezz’ora (se possibile tutta la notte).

Portare ad ebollizione l’acqua con il sale, tuffarvi la quinoa, abbassare al minimo, coprire e portare a cottura.

Rosolare il tempeh con la marinatura in una padella fino a renderlo croccante, conservare al caldo. Tagliare la carota e il finocchio a cubetti di mezzo centimetro di lato. Nella stessa padella dove è stato cotto il tempeh aggiungere il restante olio, ancora un po’ di spezie, i cubetti di verdure e un po’ di sale alle erbe. Rosolare uniformemente aggiungendo poca acqua se necessario, senza però cuocere troppo a lungo.

Preparare la crema di carciofi: con un cucchiaino prelevare dalle foglie del carciofo tutta la polpa e frullarla con un pizzico di sale integrale, pepe e noce moscata e latte di soia e acqua di cottura dei carciofi in parti uguali fino al raggiungimento dei una consistenza morbida.

Una volta cotta la quinoa, saltarla in padella con le verdure e i cubetti di tempeh (tenerne da parte qualche cucchiaio per la decorazione).

Comporre il piatto versando sul fondo qualche cucchiaio di crema di carciofi scaldata, con l’aiuto di un coppapasta dare la forma alla quinoa decorando con i cubetti di verdure restanti e le chips di tempeh.

Pubblicato in cereali, piatti unici, primi, salse sughi condimenti, senza glutine, vegan | Contrassegnato , , , , | 8 commenti

Cupcake pere e cioccolato

cupcakecioccoperaDovevo farmi perdonare per aver lasciato il bloggino per così tanto tempo.. naturalmente mi riferisco a quanto è passato dall’ultimo post, non mi sento per niente in colpa per essere andata in viaggio ;)

Le ultime settimane sono state piene di lavoro, consegna di progetti, cose accumulate, relazioni da fare.. e la settimana scorsa il tempo libero a disposizione è andato nello studio di una torta di compleanno per una bimba di 5 anni.

Probabilmente alcuni di voi avranno visto sulla pagina facebook del blog un po’ di aggiornamenti che hanno fatto alzare la glicemia e magari un po’ anche la salivazione, ma per chi se li fosse persi, vi lascio una foto del risultato finale:

torta pere e lamponiSi tratta di una torta a tre strati, farcita con marmellata di lamponi, crema alla vaniglia e pere sciroppate.

torta pere e lamponiIl frosting è allo yogurt ai lamponi e le decorazioni di cioccolato fondente con palline colorate (con coloranti vegetali).

Chi mi conosce sa benissimo che normalmente preferisco cose più semplici, ma forse non tutti sanno che mi diverto un mondo a studiare una torta, le decorazioni, la grafica, insomma, lo trovo creativo e stimolante.

Comunque in tutto questo ho pensato di lasciare un dolcetto anche a voi, bello come sa essere un cupcake, semplice e senza troppi fronzoli, goloso come le pere con il cioccolato. Se poi volete farlo ancora più semplice, magari da mangiare a colazione, omettete il frosting.

Vi saluto augurandovi una bella settimana.

Cupcake pere e cioccolato

Ingredienti:

140 gr di farina 0
60 gr di farina di mais fioretto
1 cucchiaino di cremor tartaro
240 gr di yogurt di soja
60 gr olio di mais
100 gr di malto di riso
buccia grattuggiata di un limone
un pizzico di sale
una pera grande o due piccole
una manciata di gocce di cioccolato fondente

per il frosting:

100 gr di yogurt di soia
100 gr di cioccolato fondente

Preriscaldare il forno a 180°.

In una ciotola mescolare tra loro gli ingredienti secchi: farine, cremor tartaro e sale. A parte emulsionare lo yogurt con il malto e l’olio. Versare gli ingredienti umidi in quelli asciutti.

Sbucciare le pere e tagliarle a cubetti ed aggiungerle all’impasto insieme alle gocce di cioccolato. Mescolare e versare l’impasto nello stampo da muffin.

Cuocere facendo la prova stecchino prima di toglierli dal forno.

Preparare il frosting: sciogliere a bagnomaria il cioccolato e, sempre continuando a mescolare, versarlo a filo nello yogurt. Aspettare che si raffreddi leggermente e montare con una frusta.

Una volta che i muffin sono completamente raffreddati, decorarli con un ricciolo di frosting al cioccolato aiutandosi con una sac-a-poche.

Pubblicato in dolci, dolci monoporzione, torte, vegan | Contrassegnato , | 6 commenti

Sopa naranja e rientro con il sole dentro

DSC08985Quando si ritorna da un viaggio, non si è più gli stessi.. si portano a casa esperienze, sensazioni, ricordi, sguardi incrociati, nuove conoscenze e tanto altro. Ma neanche casa nostra è più la stessa, perchè le cose e le persone che abbiamo lasciato qui ora le vediamo in modo diverso.

E così, carica del sole, del tempo dedicato a noi, delle nuove esperienze fatte, vivo queste prime settimane serena, con la testa ancora libera e con altre priorità.

Devo ancora trovare l’occasione per riordinare le foto fatte, ma sicuramente prima o poi lo farò, nel frattempo vi lascio un assaggino di una zuppa deliziosa che ho assaggiato in un microbirrificio carinissimo a Santa Elena, Costa Rica, dopo aver passato la mattina a camminare nella riserva di Monteverde e a riempirmi gli occhi di meraviglia e i polmoni di aria fresca.

Per quanto riguarda il cibo non mi è andata per niente male. Prima di tutto ho fatto il pieno di frutta.. dolcissima, succosa, saporita, di mille tipi.. una vera delizia per tutto i sensi.. per non parlare delle “frullaterie” che sorgevano ad ogni angolo e che facevano al momento il frullato con la frutta che volevi. Per il resto l’alimentazione sia nicaraguense che costaricense è basata su riso e fagioli :)

Ma ora vi lascio la ricetta di questa zuppa allo stesso tempo esotica e riscaldante, particolare e che porta con sè tutto il sole dell’America Centrale :)

Sopa naranja

Ingredienti per 4 persone:

4 batate
2 carote
mezza zucca piccola
una cipolla dorata piccola
un cucchiaio di olio evo
brodo vegetale q.b.
mezza lattina di latte di cocco
4 cm di zenzero fresco
prezzemolo a piacere

Affettare la cipolla e grattugiare lo zenzero e rosolarli per qualche minuto nell’olio. Aggiungere poi tutte le altre verdure tagliate a cubetti uniformi. Rigirare per insaporire bene gli ingredienti e coprire con due dita di brodo vegetale.

Coprire e portare dolcemente a cottura aggiungendo altro brodo se necessario.

Una volta che le verdure saranno tenere spegnere il fuoco, versare il latte di cocco e frullare. Servire subito con una spolverata di prezzemolo tritato.

Pubblicato in chiacchiere, dal mondo, minestre e zuppe, primi, progetti, senza glutine, vegan | Contrassegnato , , , , , | 6 commenti

Biscotti Mirella alla frutta secca e marsala

biscottimirella2Domani partiamo alla volta di Milano, dopodomani invece verso Managua, in Nicaragua. Ma le promesse sono promesse e all’ultimo pubblico una ricetta che mi è stata richiesta tantissimo.

Qualche settimana fa mi sono trovata con un’amica per insegnarle a preparare i cioccolatini in tazza che le avevo regalato il Natale scorso e che aveva apprezzato moltissimo, e mi ha portato questi biscotti che sono stati amore al primo assaggio: friabili, dal sapore pieno, con un leggero sentore di marsala che gli da un non so che di natalizio.

Da quel giorno li ho già preparati varie volte: per i miei, per l’equipe, come merenda durante i laboratori di cucina sostenibile, per la riunione del GAS, per una cena con le mie Fra.. e tutte le volte sono state un vero successo tant’è che ho perso il conto di chi mi aveva chiesto la ricetta.

Insomma, questi biscotti d’ora in poi saranno un must per regalini, momenti conviviali e festività!
Certo, sono decisamente zuccherosi rispetto al mio solito, ma a Natale si può fare un’eccezione, soprattutto per un’idea regalo!

A questi biscotti ho dato il nome dell’amica che mi ha passato la ricetta,mi sembrava il minimo, no??

E con questi bocconi di bontà voglio augurarvi un Natale sereno e un inizio anno con la carica giusta per realizzare i vostri progetti.
Io vado a svuotare la testa, ultimamente troppo piena, e a fare il pieno di energia, frutta e sole! Buona vita!

DSC08983

Biscotti Mirella alla frutta secca e marsala

Ingredienti:

250 gr di farina semintegrale
90 gr di zucchero di canna
un cucchiaino di cremor tartaro
75 gr di frutta secca a scelta (mandorle, nocciole, noci, anacardi…)
90 gr di olio di mais
100 gr di marsala fine
uvetta a piacere

Preriscaldare il forno a 180°.

In una ciotola mescolare insieme farina, zucchero e cremor tartaro. Tritare grossolanamente con il coltello la frutta secca ed aggiungerla nella ciotola assieme all’uvetta.

Versare olio e marsala e mescolare con un cucchiaino fino ad ottenere un impasto molto soffice.

Formare delle palline della grandezza di una noce, schiacciarle leggermente e disporle sulla teglia.

Cuocere per 20 minuti e lasciar raffreddare completamente prima di consumare.

Pubblicato in biscotti, dolci, idee regalo | Contrassegnato , , , , | 11 commenti