Crema al nocciolato

cremaciocconoccioRieccomi!! Oggi nuova ricetta che poi tanto nuova non è..

Non sono una particolare amante della classica fetta di pane con la crema al cioccolato con cui penso sia cresciuto il 90% degli italiani. Non più per lo meno. Ma se il moroso non apprezza particolarmente torte e dolcetti, è un vero fan di pane (ora fatto in casa con la pasta madre) e crema al cioccolato.. per lui è il dolce per eccellenza!

In rete troverete mille mila ricette di tutti i tipi e per tutti i gusti.. ma una cosa avevano in comune quelle veg che trovavo: contenevano latte che, per quanto vegetale, non permette tempi di conservazione molto lunghi.

Insomma, io volevo una crema che sapesse di nocciola oltre che di cioccolato, che non avesse grassi estranei, che non contenesse zucchero raffinato e che si conservasse fuori dal frigo senza problemi. Ah, e naturalmente doveva piacere al moroso, il che rendeva l’impresa ancora più difficile.. chiedevo troppo??

Ci ho messo davvero tanto a trovare i gusti ingredienti, le giuste proporzioni, spesso provavo per un periodo ma poi abbandonavo l’impresa.. ma ora con orgoglio posso dire di aver trovato, almeno per gli abitanti della tana, la combinazione perfetta!

Sicuramente un buon frullatore o mixer vi renderà le cose più facili e rapide (ok, tra un po’ faccio un monumento al mio nuovo frullatore che mi permette di risparmiare tempo ed energie.. cosa fondamentale in questo periodo!), ma con un po’ di pazienza otterrete buoni risultati anche con un semplice mixer da cucina.

Vi lascio le dosi per circa 3-4 vasetti, come vi ho detto si conserva.. sempre che riusciate a nasconderla ai golosi di casa ;)

Crema al nocciolato

Ingredienti:

500 gr di nocciole
450 gr di zucchero di cocco (o mascovado)
75 gr di cacao in polvere
opzionali (un pizzico di sale integrale, vaniglia, cannella o altri aromi)

Disporre le nocciole in un unico strato su una teglia da forno e tostarle a 160° finchè non inizieranno a profumare. Lasciarle raffreddare dopodichè strofinarle tra le mani affinchè perdano la pellicina.

Nel mixer polverizzare lo zucchero scelto e tenerlo da parte.

Tritare poi le nocciole nel mixer a intervalli in modo da non surriscaldarlo tanto. Proseguire fino ad ottenere una crema liscissima.

Aggiungere gli eventuali aromi e il sale e continuare a frullare. Versare poi un cucchiaio alla volta di zucchero fino ad amalgamare il tutto e infine aggiungere il cacao.

Frullare fino ad ottenere una crema il più possibile liscia. Versare in vasetti a chiusura ermetica e conservare a temperatura ambiente al riparo da luce e calore.

Pubblicato in autoproduzione, conserve, conserve dolci, dolci, ricette base, senza glutine, vegan | Contrassegnato , , | 21 commenti

Orecchiette alla besciamella di cannellini e carciofi

orecchiette cannellini carciofiOk, è palese dalle foto che si tratta di ricette vecchie, ma non per questo meno buone.. suvvia, perdonatemi ;)

Oggi vi propongo una pasta che è anche piatto unico e che è un ottimo modo per  far mangiare i legumi a chi non li apprezza del tutto.. perchè chi sa resistere alla morbidezza di una besciamella? Eh già, sto parlando della besciamella di cannellini, una furbata che sfrutta la cremosità e delicatezza di questo tipo di fagioli per simulare la besciamella.

Che ne dite, vi ispira l’idea?

Vi lascio alla ricetta, oggi niente lagne sul fatto che sono ancora stampellata.. vado a prepararmi un frullatone con tanti semini per fare il pieno di calcio-aggiustaossa!

Orecchiette alla besciamella di cannellini e carciofi

Ingredienti per due persone:

160 gr di orecchiette
un bicchiere di cannellini cotti
un bicchiere di latte di soia
mezzo bicchiere di polpa di carciofi cotta
un cucchiaio di olio evo
sale, pepe e noce moscata q.b.

In un padellino scaldare il latte di soia con i cannellini insaporendo con sale, pepe e noce moscata. Una volta giunti a bollore spegnere il fuoco, aggiungere un cucchiaio di olio evo e frullare fino ad ottenere la consistenza di una besciamella.

A parte cuocere le orecchiette.

Mescolare la besciamella di cannellini con la polpa di carciofi ridotta a cubetti e condire le orecchiette aggiustando eventualmente la cremosità con poca acqua di cottura.

Servire con una spolverata di pepe nero.

Pubblicato in pasta, piatti unici, primi, ricette base, riciclo, salse sughi condimenti, vegan | Contrassegnato , | 16 commenti

Crema green breakfast

crema green breakfastLo ammetto, ho sfruttato il moroso la domenica mattina per chiedergli una mano per fotografare la mia colazione degli ultimi giorni ;)
È stato bravissimo, ha spostato la ciotolona sulla panca dove volevo fotografarla senza muoverla troppo, mi ha dato una mano nel frullare e nello spargere i semini, e anche per fare la foto.

E così riesco a proporvi questa bontà che da la carica giusta per iniziare la giornata: una vera bomba di nutrienti, bellina nel suo colore verdolino e dalla consistenza morbida e ariosa.

In casa è arrivato un nuovo frullatore molto potente, non il Vitamix, uno decisamente più a portata, ma sto facendo qualche prova per quanto la gamba me lo possa permettere e.. sono molto soddisfatta dell’acquisto!

Quella di oggi non è una vera e propria ricetta, nel senso che non troverete un vero e proprio procedimento, ma nel caso non aveste un frullatore molto potente vi consiglio di mettere a bagno in anticipo noci, semi e avena in poco latte vegetale in modo da ammorbidirli e riuscire a frullarli meglio.

Vi auguro una buona settimana.

Crema green breakfast

Ingredienti:

250 ml di kefir di soia
una banana
una fetta di limone con la buccia
una manciata di foglie di spinaci
un cucchiaio di polvere di baobab
2 cucchiaini di semi di lino
2 cucchiaini di semi di sesamo nero
qualche noce o mandorla
un pizzico di vaniglia
2 cucchiai di fiocchi di avena
se necessario poco latte vegetale o acqua

Frullare tutti gli ingredienti fino ad ottenere un composto morbido e spumoso.

A piacere guarnire con altra frutta, semi, bacche.

 

Pubblicato in dolci, dolci al cucchiaio, frutta, vegan | Contrassegnato , , , , , , | 6 commenti

Crostata al limone e cocco

crostata al limone e coccoOggi rispolvero vecchie ricette, fatte e fotografate diversi mesi fa (per questo vedete i mirtilli nella foto, ma tranquilli, non vi serviranno per la preparazione della crostata) e non ancora pubblicate..

Questo perchè grazie ad una caduta andando con lo snowboard mi sono azzoppata e mi hanno messo a riposo forzato per quasi un mese. Il problema non è stare a casa, quanto non potermi muovere da letto o divano se non per poco tempo e con le stampelle.
Avrei un sacco di ricette da provare ma solo ora mi sono resa conto dei chilometri che faccio in cucina ogni volta che mi metto a pastrocchiare :)

Quindi nei prossimi giorni non aspettatevi molti post.. o magari ve ne capiterà qualcuno con foto bruttine. Si fa di necessità virtù!

Non so perchè non avevo più pubblicato questa ricetta, la ricordo proprio buona, era piaciuta pure al moroso e le foto erano venute decenti.. forse volevo aspettare che i mirtilli ritornassero di stagione :)

La decorazione sul bordo l’ho spudoratamente copiata da quelle bellissime di Alice Chiara alias Violamirtillo, se andate a vedere il suo blog scoprirete delle vere meraviglie, soprattutto per quanto riguarda la pasticceria ed i lievitati con pasta madre!

E visto che per questa crostata ho utilizzato la stessa farina di grani antichi con cui avevo fatto anche gli scones alle fragole, mi viene in mente che potrei portarla a Daria per la sua raccolta Integralmente d’inverno, dove potrete trovare tantissime ricette fatte con grani integrali o semintegrali.

Ora basta chiacchiere.. vi lascio la ricetta!

crostata limone e cocco

Crostata al limone e cocco

Ingredienti:

350 gr di farina semintegrale di grani antichi
50 gr di farina di mais fioretto
50 gr di farina di mandorle
un cucchiaino di cremor tartaro
un pizzico di sale
100 gr di olio di cocco
120 gr di malto di riso
un pizzico di vaniglia
acqua q.b.
un vasetto di marmellata di limoni

Un un recipiente miscelare le farine con sale, cremor tartaro e vaniglia. Aggiungere l’olio di cocco leggermente sciolto e sfregare con la punta delle dita in modo da farlo assorbire dalla farina.

Aggiungere poi il malto e acqua quanto basta per ottenere un panetto compatto ma non troppo duro. Lasciar riposare 30 minuti.

Stendere l’impasto e foderare la base di una tortiera da 28 cm di diametro. Con il restante impasto ricavare tanti cuoricini con cui formare il bordo della crostata.

Mescolare la marmellata di limoni e spalmarla sul fondo della base; guarnire poi con i restanti cuoricini di frolla.

Cuocere in forno preriscaldato a 180°.

Pubblicato in dolci, integralmente, progetti, torte, vegan | Contrassegnato , , | 19 commenti

Pancake salati ai piselli e kefir

pancakepiselli

In un negozio non proprio vicinissimo a casa mi ero fatta macinare sul momento dei piselli decorticati e ne era uscita una farina verdolina proprio bella. Ci ho messo un po’ però a decidere cosa farcene anche perchè volevo proprio che si vedesse quel bel colorino e che si percepisse distintamente il sapore. Insomma, non volevo aggiungerne un cucchiaio qua e là a caso.

Poi mi è venuta l’idea dei pancake che però non avevo mai fatto salati, e complice un bel po’ di siero di kefir avanzato, ho messo insieme questo piattino che può essere sia un antipasto (in questo caso diminuite le dosi), che un secondo, che una portata per un brunch domenicale o una colazione salata.

Naturalmente se non trovate la farina di piselli potete sempre farli con quella di ceci, io magari proverò a frullare delle lenticchie decorticate e farli anche con quelle. Nel caso usaste il frullatore magari allungate il tempo di riposo in modo che gli eventuali pezzi più grossi abbiano il tempo di assorbire bene il liquido.

Oggi poche chiacchiere che devo scappare al lavoro, spero vi piacciano!

Pancake salati ai piselli e kefir

Ingredienti per due persone:

50 gr di farina di piselli
60 gr di farina semintegrale
un pizzico di sale
2 cucchiaini rasi di cremor tartaro
220 gr di siero di kefir di soia (oppure acqua e yogurt di soia in proporzione 2:1)
un cucchiaio di prezzemolo in polvere
un pizzico di aglio in polvere
pepe nero q.b.
olio evo q.b.

per la salsa:

100 gr di kefir di soia (o yogurt di soia)
un pizzico di sale
la punta di un cucchiaino di senape piccante
un cucchiaino di prezzemolo tritato

Mescolare le farine con il lievito, il sale, il pepe e l’aglio in polvere. Aggiungere continuando a mescolare con una forchetta il siero del kefir facendo attenzione a sciogliere gli eventuali grumi. Lasciar riposare in frigo per almeno 30 minuti, possibilmente di più.

Preparare la salsa mescolando il kefir di soia con il sale e la senape.

Mescolare la pastella con il prezzemolo, scaldare una padella antiaderente, ungerla con poco olio aiutandosi con uno scottex e cuocere un pancake alla volta rigirandolo quando si saranno formate le bollicine in superficie.
Man mano che sono pronti adagiarli uno sopra l’altro in modo che si mantengano caldi.

Servire i pancake con una cucchiaiata di salsa al kefir e una spolverata di prezzemolo.

 

Pubblicato in antipasti, legumi, secondi, vegan | Contrassegnato , , , | 15 commenti