Contest “il buongiorno si vede dal mattino” e colazione-coccola per il quarto compleanno della tana

colazione buona

Come si cambia nel tempo, o forse dovrei dire come si evolve.. questo vale sia nella vita che nel percorso che sto facendo con questo blog. Ma oggi è proprio del blog che voglio parlare perchè.. oggi accendo quattro candeline per La Tana Del Riccio! <3

Nel suo piccolo il blog di strada ne ha fatta molta anche se forse gli effetti non si vedono principalmente sfogliando i post, ma li sento dentro di me e li incontro nelle persone conosciute (anche solo virtualmente), nei contatti avuti, in chi conosco personalmente e che con me ha in qualche modo fatto parte di questo percorso.

Per come sono in questo periodo non avevo voglia di festeggiare, come gli anni precedenti, con un dolce d’effetto, ma con qualcosa che rispecchia maggiormente come sono ora. Ed è proprio in una mattina tranquilla che è nato questo frullato al cucchiaio fresco e golosissimo, e mentre me lo gustavo lentamente in giardino ho pensato che poteva essere proprio lui modo migliore di festeggiare questo blog-compleanno!

Nel dubbio l’ho fatto assaggiare anche ad un paio di amici (vero Angelica e Tommaso?) e a giudicare dalla pulizia dei loro bicchieri hanno apprezzato ;)

Ma da questo frullatone e dalla mia passione per le colazioni che per me sono un rito irrinunciabile, è nata anche un’altra idea.. quella di un contest proprio dedicato al primo pasto della giornata, quello che dovrebbe essere il più importante, per tutti gli affezionati del blog, per chi ci passa solo ogni tanto, per chi lo ha appena scoperto, per chi semplicemente ama le colazioni-coccola in versione naturale :)

BannerContestColazioniIl primo contest de La Tana del Riccio
vuole raccogliere le vostre colazioni-coccola,
quelle che vi danno la giusta carica e che vi preparate,
o preparate per i vostri cari
ricordando che si tratta del pasto più importante,
che vi aiuta ad iniziare bene la giornata e vi fornisce tanta energia!

Di seguito il regolamento:

  1. periodo: il contest ha inizio oggi 27 agosto 2015 e terminerà alla mezzanotte di domenica 27 settembre 2015.
  2. partecipanti: a questo contest può partecipare chiunque lo desideri, purtropo però per questioni logistiche i premi li spedirò unicamente nel territorio italiano.
    • se hai un blog: pubblica la ricetta corredata da almeno una foto in un nuovo post specificando che partecipi al contest “il buongiorno si vede dal mattino” e inserendone il banner nonchè il link a questo post e al blog; infine commenta questo post inserendo il link della tua ricetta e la categoria a cui partecipa.
    • se non hai un blog: mandami una mail a [latanadelriccioblog @ gmail . com] con la tua ricetta e almeno una foto del risultato finale, inoltre se possibile condividi questo post sul tuo profilo facebook.
  3. categorie: le categorie considerate sono colazioni dolci e colazioni salate; ognuno può partecipare con massimo una ricetta per categoria.
  4. ricette ammesse: sono ammesse ricette, appartenenti alle categorie del punto 3 che soddisfino questi requisiti:
    • contengono unicamente ingredienti vegetali;
    • non prevedono l’uso di zuccheri o farine troppo raffinati ne di margarine e affini;
    • prevedono ingredienti locali, possibilmente bio, o, nel caso di ingredienti esotici, siano provenienti dal circuito del commercio equo.
  5. giuria: la giuria sarà composta dalla sottoscritta, e da una grandissima guru delle colazioni, ovvero Titti del B&B la Casota Vegan di Torbole sul Garda (TN) che ogni giorno delizia i suoi ospiti con una grandissima varietà di colazioni vegetali sia dolci che salate. Sceglieremo una ricetta vincitrice per ogni categoria e il nostro giudizio sarà insindacabile ;)
  6. premiazione: allo scadere del limite per l’invio delle ricette, la giuria si prenderà un po’ di tempo per selezionare le migliori, testarle personalmente e poi decretare un vincitore per categoria! Al termine del contest verrà inoltre creata una raccolta pdf di tutte le ricette pervenute scaricabile gratuitamente dal blog specificando l’autore/l’autrice di ogni ricetta.
  7. premi: sarà previsto un premio per ognuna delle due categorie. Maggiori dettagli saranno pubblicati in seguito.

Che aspettate? Vi aspetto numerosissimi a festeggiare con me il quarto compleanno del blog!

Intanto vi lascio la ricetta, fuori concorso, della mia colazione-coccola di questo periodo.

Colazioni Dolci:

Colazioni Salate:

Frullato godurioso di cocco fresco e mirtilli

Ingredienti:

una tazza di kefir di soia (in alternativa yogurt di soia) bio
mezza tazza di polpa di cocco fresco bio equo
5-6 datteri da filiera controllata
la punta di un cucchiaino di vaniglia in polvere bio
2 cucchiaini di polpa di baobab bio
mezza tazza di mirtilli biodinamici trentini
una manciata di anacardi da filiera controllata
un cucchiaio di semi di chia bio

Nel frullatore versare il kefir di soia, la polpa di cocco, i datteri, il baobab e la vaniglia. Frullare fino ad ottenere una crema molto omogenea.

Versare 2/3 della crema ottenuta in un bicchiere molto grande e frullare quella rimanente con i mirtilli, gli anacardi e i semi di chia. Versare la crema al mirtillo sopra quella al cocco, decorare con qualche mirtillo e servire subito.

Pubblicato in chiacchiere, contest, dolci, dolci al cucchiaio, senza glutine, vegan | Contrassegnato , , , , , , , | 27 commenti

Piadine ai cereali senza lievito

piadineOggi sono proprio di corsa, ma ci tenevo a pubblicare questa ricetta velocissima e.. buonissima!

Le piadine le avevo già pubblicate parecchio tempo fa, ma a me capita davvero raramente di avere avanzi di pasta madre e nella tana la piadina è quella cena veloce e sfiziosa che non deve aver bisogno di essere programmata con largo anticipo. Così oggi vi lascio la versione senza lievito che però rimane morbidissima grazie alla presenza del bicarbonato. In più in questo caso sarà buonissima anche al naturale proprio per la presenza di tante farine diverse e di tanti semini che danno un buon saporino :)

Come sempre potete farne in quantità e poi congelare in vista di fami improvvise! Io le avevo preparate per il moroso la settimana che sono stata al mare da un’amica.

Ecco, ora devo proprio scappare.. fatemi sapere se le provate! A presto.. qui nella tana bollono idee! O forse dovrei dire frullano! :D

Con questa ricetta gustosa e veloce voglio contribuire alla raccolta IntegralMente di Daria per l’estate. In più non richiede nemmeno l’uso del forno, cosa fondamentale quando le temperature cominciano a salire ;)
Per altre idee andate direttamente al suo fornitissimo blog!

Piadine ai cereali senza lievito

Ingredienti:

300 gr di farina integrale di cereali misti (grano, farro, miglio, avena…)
un pugno di semi di lino, girasole e sesamo
una presa di sale
un cucchiaino di bicarbonato
3 cucchiai di olio evo
acqua tiepida q.b.

In una ciotola miscelare tra loro le farine con i semi, il sale e il bicarbonato, aggiungere l’olio a filo continuando a mescolare e infine impastare con l’acqua tiepida necessaria a formare un panetto morbido “come il lobo dell’orecchio”.

Lasciar riposare l’impasto per 15 minuti dopodichè riprenderlo e suddividerlo in tante porzioni grandi come una pallina da golf e lasciar riposare altri 10 minuti.

Scaldare una padella antiaderente sul fuoco medio. Infarinare il piano da lavoro e stendere le palline di impasto ad uno spessore di 2 mm.

Cuocere ogni piadina 1-2 minuti per lato e man mano che sono pronte disporle una sopra l’altra su un piatto e coprirle con uno strofinaccio pulito.

A questo punto è possibile congelarle, oppure scaldarle brevemente in padella farcendole dopo aver scaldato il primo lato.

Pubblicato in autoproduzione, lievitati, pane, pizze e focacce, ricette base, vegan | Contrassegnato , , , , | 10 commenti

Polpettine di zucchine e piselli

polpettine di zucchine

Chi ha l’orto lo sa benissimo: basta dimenticare per un paio di giorni una zucchina, scampata alla raccolta perchè nascosta sotto una foglia della sua pianta, che ci si ritrova un mostro che sta invadendo il giardino.

Le zucchine troppo cresciute non sono così appetibili.. la parte centrale è molto spugnosa e piena di semi, mentre la buccia comincia ad essere spessa e un po’ amarognola. Per questo ho pensato, invece che la classica soluzione di metterle in freezer per un passato di verdura invernale, di preparare delle polpettine piccole e sfiziose. La farina di piselli le rende ancora più verdoline e carine, ma in alternativa si può usare anche la farina di ceci.

Io come sempre ne ho fatte in quantità (la mia zucchinona era enorme!) e poi messo gli avanzi in freezer. In questo caso la cottura è meglio farla coprendo la padella con un coperchio, in modo che il calore aiuti a scongelare e cuocere più velocemente le polpette.

Hem.. ho rotto il silenzio di un mese così, senza dire niente della mia assenza?
Beh, va bene così, semplicemente tra impegni vari prima, ferie e caldo poi, avevo altro da fare :)
Ma ho continuato a cucinare qualcosina eh.. se siete curiosi andate a sbirciare sulla pagina Facebook del blog!

Polpettine di zucchine e piselli

Ingredienti:

una zucchina cresciuta troppo
pan grattato q.b.
farina di piselli q.b.
una presa di sale alle erbe
un pizzico di curcuma, pimenton de la vera, aglio in polvere
sale integrale q.b.
olio evo q.b.
semi di sesamo q.b.

Tagliare a metà la zucchina per il lungo e con l’aiuto di un cucchiaio scartare i semi centrali. Grattugiare il resto della polpa, salarla leggermente e lasciarla riposare almeno 30 minuti in uno scolapasta in modo che perda umidità.

Passato il tempo di riposo strizzare la polpa della zucchina e insaporirla con le spezie. Iniziare poi ad aggiungere 3 cucchiai di pan grattato e 3 di farina di piselli ed impastare e impastare valutando se è necessario aggiungere ancora, sempre in proporzioni uguali, questi due ingredienti fino ad ottenere un impasto morbido ma polpettabile. Lasciar riposare in frigo altri 30 minuti.

Prelevare un cucchiaio di impasto alla volta e formare delle polpettine grandi come una noce. Passarle nel pan grattato mescolato con i semi di sesamo e rosolarle in una padella con un filo di olio evo.

 

Pubblicato in antipasti, finger food, legumi, riciclo, secondi, vegan | Contrassegnato , , | 3 commenti

Casarecce di ceci al pesto di rucola su letto di peperoni al balsamico

casarecceAncora due giorni e sarò in ferie.. pensandoci sono meno di due mesi che sono rientrata al lavoro dall’infortunio e tutto sommato le attività, pur impegnandomi moltissimo, hanno richiesto meno energia del solito ed hanno dato anche qualche bella soddisfazione.

Ad ogni modo, ormai l’avrete capito, il viaggio per me è un attivatore di emozioni, conoscenza, curiosità, scoperta, confronto e tanto altro..
Questa volta però partiremo in macchina, e la cosa, a dir la verità, non mi convince molto dato che sui mezzi pubblici si incontra la gente del posto, la vera essenza di ogni paese. Ma i tempi questa volta sono ristretti e toccare cinque stati in sole due settimane non sarebbe stato possibile. L’itinerario naturalmente non è ancora deciso del tutto, ma l’idea è quella di fare la costa adriatica dalla Croazia fino all’Albania. Quando troverò una connessione magari vi terrò aggiornati sui miei spostamenti e soprattutto sul cibo che troverò, quindi se siete curiosi vi consiglio di andare a sbirciare la pagina facebook del blog e il mio profilo Instagram. A proposito di cibo sono un po’ preoccupata nel senso che in certi paesi che visiteremo non è così diffusa la cultura vegana. Ad ogni modo se sono sopravvissuta all’Argentina, non tornerò sicuramente patita ;)

Prima della partenza volevo lasciarvi una ricetta che abbiamo preparato al laboratorio organizzato a giugno per la festa del riuso, in particolare una pasta fresca resa proteica e saporita dalla presenza della farina di ceci e condita con un buon pesto di rucola che secondo me si sposa bene con una crema di peperoni. E naturalmente, dal momento che i peperoni mi piacciono con un tocco di aceto balsamico (in questo caso di mela), ho combinato il tutto in un unico piatto.

Ecco, con questa ricetta vi auguro delle buone settimane, sia che andiate in vacanza, sia che stiate a casa o al lavoro!

Casarecce di ceci al pesto di rucola su letto di peperoni al balsamico

Ingredienti per 4 porzioni di pasta:

150 gr di farina di grano tenero integrale
150 gr di farina di ceci
una presa di sale integrale
acqua q.b.

per il condimento:

un vasettino di pesto di rucola
1 peperone rosso e uno giallo
una cipolla
3 cucchiai di olio evo
3-4 cucchiai di aceto balsamico
sale integrale q.b.

Impastare le farine con il sale e l’acqua necessaria ad ottenere un panetto compatto e lasciar riposare una mezz’ora.
Nel frattempo preparare il pesto di rucola frullando tra loro tutti gli ingredienti con l’olio necessario a formare una salsa morbida.

Con la pasta formare tanti filoncini del diametro di mezzo cm, tagliarli a pezzi di un paio di centimetri e dare la forma alle casarecce impuntando la spatola per il lungo sul filoncino e strisciandola verso sè stessi in modo da creare una piccola conca che accolga il condimento.
Rosolare la cipolla in un cucchiaio di olio evo, aggiungere i pepero- ni tagliati a filetti, salare e far rosolare. Sfumare con l’aceto balsami- co e terminare la cottura aggiungendo, se necessario, poca acqua di cottura della pasta. Al termine frullare la salsa emulsionando il restante olio.

Cuocere la pasta in acqua salata e condirla con il pesto di rucola. Sui piatti stendere uno strato di salsa di peperoni ed adagiarci sopra la pasta condita.

Pubblicato in chiacchiere, pasta fresca, piatti unici, primi, ricette base, salse sughi condimenti, vegan | Contrassegnato , , , , | 2 commenti

Spaghetti raw a modo mio

spaghetti rawIn questo periodo mi nutro principalmente di bento :)

La base consiste quasi sempre in un cereale o chicco, con l’aggiunta di tanta verdura, una piccola parte proteica di legumi o tofu, semini, spezie e a volte cosine buone tipo olive, pomodori secchi, capperi..

Non ci si perde molto tempo, ve l’assicura una persona che non ha mai tempo che le avanza! Il trucco sta nel cuocere in quantità cereali e legumi al naturale separatamente e poi conservarli in monoporzioni in frigo o freezer a seconda di entro quando si prevede di consumarli.

Le verdure poi le uso spesso crude o appena saltate in padella, belle croccanti. Ah, e naturalmente la frutta non manca mai, non c’è da preparare niente, solo lavarla ed è pronta per essere consumata.. meglio di così!

E a due settimane dall’inizio delle attività estive che prevedono il pranzo da asporto almeno tre giorni in settimana, non ho mai mangiato la stessa cosa.

Spero di essere stata chiara, ci tengo a trasmettere quanto sia fattibile, con solo un briciolo di fantasia ed organizzazione, prepararsi in casa i pasti da portare al lavoro. Inoltre è divertente, salutare ed importantissimo per far capire agli altri che noi “erbivori” non mangiamo per niente triste :D

spaghettisalsaOggi però vi presento un piattino che mi sono fatta sabato con calma. Non avevo tanta fame e volevo restare leggera, e visto l’arrivo del caldo avevo anche voglia di qualcosa di fresco. Così ho riesumato dal fondo del cassetto l’aggeggino, non tanto efficace, per spaghettare le verdure.

Gli spaghetti di zucchina finora non mi hanno entusiasmata, ma su consiglio di Romina, ancora l’estate scorsa, ho provato quelli di cetriolo e devo dire che mi sono piaciuti tantissimo nonostante non ami particolarmente i cetrioli.

Il condimento l’ho fatto proprio “a modo mio” con gusti che amo davvero e molto mediterranei. In questo caso ho usato dei pomodori “neri” da insalata che non avevo mai provato. Questa dadolata è ottima anche per condire delle bruschette, magari con l’aggiunta di un filo d’olio evo che in questo caso ho omesso dato che era già contenuto nei pesti e nei capperi.

Che dire.. fatemi sapere se vi è piaciuto! Vi auguro una buona settimana.

salsa

Spaghetti raw a modo mio

Ingredienti per una porzione:

2 cetrioli
sale rosa q.b.
un pomodoro “nero” o altra varità da insalata
un cucchiaino di capperi sottolio
4-5 olive nere
un cucchiaino di patè di peperoncino
un cucchiaino di pesto vegetale
una manciata di uvetta
una spolverata di lievito in scaglie

Spellare i cetrioli e spaghettarli riponendoli in una ciotola. Salarli leggermente e massaggiarli con le mani dopodichè lasciarli al sole a “scaldarsi” mentre si prepara il condimento.

Scartare i semi del pomodoro e tagliarne la polpa a cubettini, aggiungere le olive anch’esse tritate, i capperi e tutti gli altri condimenti e mescolare bene lasciando insaporire per 5-10 minuti.

Riprendere i cetrioli e massaggiarli ancora con le mani strizzandoli bene per farne fuoriuscire l’acqua di vegetazione. Scolarli molto bene e metterli in un piatto. Condire con il pomodoro saporito, mescolare e servire subito.

 

Pubblicato in crudo, primi, salse sughi condimenti, senza glutine, vegan, verdure | Contrassegnato , , , , | 10 commenti