Quel che resta del broccolo



insalata di broccolo

Questa ricetta nasce da due spunti in particolare: uno è un ottimo broccolo, gigante, dell’orto, l’altro il challenge di Marzia Riva alias La Taverna Degli Arna:

Emozionarsi in cucina 21Challenge

Per 21 giorni, a partire da lunedì scorso, Marzia ci darà degli spunti per un vivere più consapevole. Penso che nella sua semplicità questo progetto possa essere rivoluzionario perché è nella condivisione che possiamo crescere.

Al momento qui in Trentino siamo in zona gialla e così lavorando a pieno ritmo non avrò tempo di mettere in pratica da subito tutti i suggerimenti dati da Marzia, ma sicuramente continuerò a seguire e prenderò nota in modo da fare anch’io il mio piccolo percorso e condividere quello che sperimenterò. Troverete gli aggiornamenti su Instagram!

Il primo giorno si è parlato di recupero degli avanzi e così oggi voglio dare il mio piccolo contributo con la ricetta di un antipasto sfizioso ed elegantino che fa la sua bella figura e restituisce la giusta dignità anche alle parti meno nobili (ma comunque buonissime) del broccolo.

Ecco, magari se volete renderlo più carino non prendetevi all’ultimo quando state morendo di fame come ho fatto io! 😉 

Se volete rendere il piatto più completo, aggiungete all’insalata di gambi anche dei ceci già cotti. 

Insalata fredda di broccolo

Ingredienti:

il gambo di un grande broccolo
una presa di sale
2 cucchiaini di capperi sottolio
6 pomodorini secchi
qualche foglia di prezzemolo
pepe nero q.b.
2 fette di pane
chicchi di melograno
olio al peperoncino

per la salsa:

una tazzina di panna di soia
2 cucchiaini di senape
1 cucchiaino di acidulato di umeboshi

per il pesto:

le foglie di un broccolo
3 noci
3 cucchiai d’olio evo
uno spicchio d’aglio
una presa di sale

Pulire il gambo del broccolo scartando la parte esterna più coriacea e tagliando la polpa a cubetti piccoli. Sbianchirli poi in acqua bollente salata per circa 5 minuti e farli poi raffreddare in acqua fredda.

Tenere da parte qualche fogliolina piccola e tenera del broccolo che servirà da guarnizione.
Nella stessa acqua di cottura cuocere anche le foglie del broccolo tagliate a striscioline (anche qui scartando le parti più fibrose) per circa 7-8 minuti assieme allo spicchio d’aglio.

Per la salsa mescolare la panna di soia con la senape e regolare la sapidità con l’acidulato di umeboshi.

Mescolare i cubetti di broccolo con i capperi, i pomodorini secchi tagliati a striscioline e il prezzemolo tritato. Unire poi la salsa e pepe nero a piacere e lasciar insaporire.

Per il pesto frullare le foglie di broccolo con le noci, lo spicchio d’aglio cotto, una persa di sale, l’olio e un po’ di acqua di cottura fino ad ottenere la consistenza desiderata.

Tostare le foglioline morbide di broccolo in padella con un filo d’olio per qualche minuto fino a renderle lucide e croccanti.

Tostare il pane.

Sul piatto adagiare le fette di pane e coprirle con l’insalata di gambo di broccolo. A parte formare delle quenelle di pesto di foglie e guarnire il tutto con chicchi di melograno, foglioline di broccolo e un giro d’olio piccante.

Questa voce è stata pubblicata in antipasti, insalate, riciclo, salse sughi condimenti, vegan, verdure e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...