Granola salata

granola salataOk, forse sono monotematica su certi argomenti.. adoro le colazioni, adoro la granola, ma non avevo mai pensato ad una granola salata fino a poche settimane fa.

Siamo nella stagione delle zuppe e una nota croccante nella cremosità di una vellutata ci sta proprio bene. Ma già che c’ero potevo non provarla con il radicchio (la mia “insalata” preferita)?? Noo!! Beh, ottima anche con quello!
In realtà, evitando di spezzettarla troppo in modo da ottenere pezzi più grandi, è ottima anche per accompagnare un aperitivo.

Insomma, è una ricetta versatilissima, conservabilissima in un vaso a chiusura ermetica, golosissima, facilissima.. issima insomma 😉 ci tenevo proprio a proporvela!
E naturalmente potete personalizzarla a vostro piacimento, io ho preferito mantenerla abbastanza neutra perchè fosse più versatile possibile, ma nulla toglie che la aromatizziate secondo i vostri gusti.

Ora bando alle ciance, vi lascio alla ricetta.. solo un attimo per ringraziare Sara di “Un buco di hobbit” per avermi dato l’idea della tostatura della granola in padella. Per fare quantità abbastanza limitate è davvero comodo e veloce!

Granola salata

Ingredienti:

75 gr di fiocchi d’avena
30 gr di semi di girasole
30 gr di semi di zucca
10 gr di semi di sesamo nero
40 gr di anacardi
un cucchiaino raso di semi di senape
un cucchiaino raso di sale alle erbe
un pizzico di pepe rosso macinato
50 gr di malto di riso
25 gr di olio evo
10 gr di acqua
un cucchiaio di lievito in scaglie
un cucchiaio di semi di lino
un cucchiaino di miso di riso in polvere

Tagliare grossolanamente al coltello gli anacardi ed aggiungerli in una ciotola insieme agli altri semi, all’avena, alla senape, il sale alle erbe, il pepe. Mescolare in modo da uniformare la miscela.

In un bicchiere pesare malto, olio e acqua e mescolare in maniera da emulsionare il tutto.

Unire il liquido ottenuto nella ciotola con i semi e l’avena e mescolare bene in modo che tutti gli ingredienti secchi siano bagnati uniformemente. Trasferire la granola in una padella antiaderente e tostare a fuoco medio mescolando spesso (in alternativa utilizzare il forno a 170°).

Quando il composto sarà asciutto (meglio far raffreddare una piccola porzione e verificare che sia croccante), spegnere il fuoco e aggiungere il lievito in scaglie, mescolare e aspettare che il composto si raffreddi completamente.

A freddo aggiungere anche il miso in polvere.

Prima di consumare tritare i semi di lino a crudo ed aggiungerli al composto.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in autoproduzione, cereali, finger food, idee regalo, insalate, minestre e zuppe, ricette base, salse sughi condimenti, vegan e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

12 risposte a Granola salata

  1. ideepensharing ha detto:

    La granola salata è una bellissima idea! Posso chiederti, per ignoranza, a cosa serve il lievito in scaglie in questo caso?

    • xcesca ha detto:

      grazie! il lievito in scaglie l’ho aggiunto per il suo gusto sfizioso, inoltre aumenta la dose proteica della granola (che comunque è già di suo molto proteica). Naturalmente se non lo hai in casa puoi fare senza 🙂

  2. yliharma ha detto:

    Sfiziosa davvero!! Ma il salato viene dal miso e dal lievito? Non vorrei che omettendo quelli perché non li ho mi venga dolce per via del malto…
    A proposito…alternative al malto di riso? 😀

    • xcesca ha detto:

      Il salato viene principalmente dal sale alle erbe, eventualmente aumenta un po’ quello ma tieni conto che varia molto la quantità di sale da prodotto a prodotto. Il malto di riso ha il vantaggio di avere un sapore neutro e non troppo dolce, usando altri dolcificanti potrebbe essere troppo saporito (ad esempio col malto d’orzo) o troppo dolce (con sciroppo d’acero o succo d’agave). Magari potresti provare con il malto di mais o di grano.

  3. Daria ha detto:

    Bellissima idea da alternare ai crostini che qui tutti adorano! Domani me la preparo!

  4. MARI ha detto:

    Buona! sopra la zuppa è l’ideale, ma anche sulle verdure lessate mi sa che ci sta proprio bene!
    😛

  5. Daniela Agnes ha detto:

    Ma è davvero spaziale! Mentre scorrevo la lista di ingredienti continuavo a immaginarmi accostamenti e sapori assolutamente da brivido. E’ mia senza passare dal via, grazie tesoro! Commento poco, come sai, ma seguo sempre. ❤

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...