Crema al nocciolato

cremaciocconoccioRieccomi!! Oggi nuova ricetta che poi tanto nuova non è..

Non sono una particolare amante della classica fetta di pane con la crema al cioccolato con cui penso sia cresciuto il 90% degli italiani. Non più per lo meno. Ma se il moroso non apprezza particolarmente torte e dolcetti, è un vero fan di pane (ora fatto in casa con la pasta madre) e crema al cioccolato.. per lui è il dolce per eccellenza!

In rete troverete mille mila ricette di tutti i tipi e per tutti i gusti.. ma una cosa avevano in comune quelle veg che trovavo: contenevano latte che, per quanto vegetale, non permette tempi di conservazione molto lunghi.

Insomma, io volevo una crema che sapesse di nocciola oltre che di cioccolato, che non avesse grassi estranei, che non contenesse zucchero raffinato e che si conservasse fuori dal frigo senza problemi. Ah, e naturalmente doveva piacere al moroso, il che rendeva l’impresa ancora più difficile.. chiedevo troppo??

Ci ho messo davvero tanto a trovare i gusti ingredienti, le giuste proporzioni, spesso provavo per un periodo ma poi abbandonavo l’impresa.. ma ora con orgoglio posso dire di aver trovato, almeno per gli abitanti della tana, la combinazione perfetta!

Sicuramente un buon frullatore o mixer vi renderà le cose più facili e rapide (ok, tra un po’ faccio un monumento al mio nuovo frullatore che mi permette di risparmiare tempo ed energie.. cosa fondamentale in questo periodo!), ma con un po’ di pazienza otterrete buoni risultati anche con un semplice mixer da cucina.

Vi lascio le dosi per circa 3-4 vasetti, come vi ho detto si conserva.. sempre che riusciate a nasconderla ai golosi di casa 😉

Crema al nocciolato

Ingredienti:

500 gr di nocciole
400 gr di zucchero di cocco (o mascovado)
75 gr di cacao in polvere
opzionali (un pizzico di sale integrale, vaniglia, cannella o altri aromi)

Disporre le nocciole in un unico strato su una teglia da forno e tostarle a 160° finchè non inizieranno a profumare. Lasciarle raffreddare dopodichè strofinarle tra le mani affinchè perdano la pellicina.

Nel mixer polverizzare lo zucchero scelto e tenerlo da parte.

Tritare poi le nocciole nel mixer a intervalli in modo da non surriscaldarlo tanto. Proseguire fino ad ottenere una crema liscissima.

Aggiungere gli eventuali aromi e il sale e continuare a frullare. Versare poi un cucchiaio alla volta di zucchero fino ad amalgamare il tutto e infine aggiungere il cacao.

Frullare fino ad ottenere una crema il più possibile liscia. Versare in vasetti a chiusura ermetica e conservare a temperatura ambiente al riparo da luce e calore.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in autoproduzione, conserve, conserve dolci, dolci, ricette base, senza glutine, vegan e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

27 risposte a Crema al nocciolato

  1. sweetkabocha ha detto:

    Non ti si indurisce tantissimo senza latte né olio??

    • xcesca ha detto:

      No, anzi, rimane molto morbida. Il segreto sta nel tostare bene le nocciole e frullarle a lungo fino ad ottenere una crema liscissima, più liquida della crema di 100% nocciole che si compra. Fammi sapere se la provi 🙂

  2. Alice ha detto:

    io amavo la nutella ma saranno ormai più di dieci anni che non la compro. la storia era sempre la stessa: il barattolino veniva svuotato in tempi record con il cucchiaino. ora a parte il fatto che non la comprerei per gli ingredienti credo mi farebbero male i denti a mangiarla! con tutto quello zucchero! avevo tempo fa provato delle alternative vegan ma il problema era appunto la conservazione. questa credo proprio la proverò a breve! tu scrivi che si concerva fuori dal frigo, ma se la metto in frigo? io di solito quando faccio i “burri” di frutta secca li metto sempre in frigo, ho paura irrancidiscano fuori. si conserva a lungo, tipo un mese? anche se già lo so che è tanto se dura una settimana 😛

    • xcesca ha detto:

      Ciao Alice, per la conservazione puoi stare tranquilla, si tratta di ingredienti che stanno senza problemi fuori dal frigo, il problema sarebbe maggiore se si trattasse di nocciole crude, ma tostate non danno problemi. Un mese è garantito!
      Anche una volta aperto il vasetto la conservo a temperatura ambiente 🙂
      Spero ti piaccia!

  3. veggieriot09 ha detto:

    Ecco hai proprio centrato il punto: la presenza di latte rende impossibile la lunga conservazione. La crema di nocciole che faccio solitamente prevede il latte di soia ed ho sempre dovuto farne piccole quantità per evitare che andasse a male; la tua ricetta è favolosa e finalmente aggira il problema della conservazione in frigo! Grazie cara, la proverò il prima possibile 😀

  4. broccolo&carota ha detto:

    Ciao! Caspiterina addirittura senza latte veg! Ci provo! Ho finalmente trovato lo zucchero di cocco! E vaiii!

  5. Titti ha detto:

    Deve essere buonissima!!! !! Lo zucchero di cocco l’ho preso da Veganz a Berlino. Purtroppo ne ho preso solo una confezione perché è carissimo….. Ma questa tua proposta di crema è irresistibile e lo userò!!!

  6. gigi ha detto:

    ciao, scusa…ma che mixer usi? io col braun non riesco mica a farle diventare una crema liquida le nocciole , al limite diventano una poltiglia per nulla cremosa, ho dovuto aggiungere del latte di soia altrimenti nisba…grazie , ciao g.

  7. naturalentamente ha detto:

    Devo assolutamente provare a farla! Mio marito potrebbe chiedermi di nuovo di sposarlo! 😉

  8. Noelia ha detto:

    sembra buonissima, ma c’è troppo zucchero!!!! :S

    • xcesca ha detto:

      volendo creare qualcosa che si avvicinasse a quelle in commercio ma senza grassi estranei, zucchero raffinato, latte e troppi ingredienti questo è quello che più si avvicina. Normalmente lo zucchero è al primo posto e le nocciole sono pochissime, qui ho invertito ed ho usato lo zucchero di cocco con un indice glicemico decisamente più basso dello zucchero tradizionale (35 contro 66) e ricco di sostanze nutritive.
      Detto questo, anche per i miei gusti è un po’ troppo dolce 😉

  9. unpassurlalune ha detto:

    sembra appetitosa ma il mio frullatore non ce la farà mai a ridurle in crema se non aggiungo olio, peccato. magari posso provare con un po’ d’olio di cocco…

    • xcesca ha detto:

      Io con il mio vecchio mulinex ci riuscivo, certo ci vuole un po’ di pazienza e magari far riposare la pasta di nocciole tra una frullata e l’altra in modo che rilasci l’olio. Puoi provare con olio di cocco ma anche di sesamo o mais.

  10. Les Vegourmandes ha detto:

    Nominata per il Beautiful Blog Award! Vieni a dare un’occhiata sul nostro sito per le regole!

  11. Pingback: Crema di cacao e nocciole per la prima colazione | Un buco hobbit

  12. Cucina con Lara ha detto:

    Ciao, se non ho lo zucchero di cocco cosa posso utilizzare? Buona giornata. Lara

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...