Tartufini all’okara di mandorle per Salutiamoci!

Due post in un giorno??

Beh, ve l’avevo detto che avevo in arretrato alcune ricette con le mandorle, no? Tra l’altro questi tartufini, nati dalla necessità di smaltire l’okara del latte di mandorle, sono quelli di cui vi avevo parlato qui.

Inizialmente non pensavo di pubblicare la ricetta perché mi sembravano quasi banali, ma visto come sono spariti l’altro giorno direi che ne vale la pena. E poi non guasta qualche idea in più su come smaltire l’okara!

Vi ricordo che l’okara di mandorle può essere aggiunta all’impasto di pane, torte, biscotti, torte salate, ripieni, nello yogurt con il müesli, nei frullati.. insomma, grazie al suo sapore delicato e neutro è versatilissimo. Inoltre, mancando la parte acquosa, si conserva di più del latte di mandorle, basta chiuderlo in un contenitore ermetico e conservarlo in frigo.
Ma se ne avete parecchio e volete smaltirlo in fretta, ecco una ricetta rapidissima e di sicuro successo.

Eccomi quindi in extremis a portare questi tartufini a I paciocchi di Francy, per Salutiamoci! di aprile.

Ora la smetto per un po’ con le ricette con le mandorle, ok?😉

Tartufini all’okara di mandorle

Ingredienti:

l’okara ottenuto da mezzo litro di latte di mandorla
un pizzico di vaniglia
un cucchiaio di cacao amaro
un cucchiaio di malto di riso
un cucchiaio di crema di nocciole
cacao amaro per spolverare

Mescolare l’okara di mandorle con tutti gli ingredienti e lasciar riposare un’oretta in frigo. Con le mani umide formare delle palline grandi come una piccola noce e rotolarle in una ciotolina con del cacao in modo da spolverarle per bene.

Conservare in frigo fino al momento di servire.

Questa voce è stata pubblicata in contest, crudo, dolci, dolci monoporzione, finger food, idee regalo, progetti, riciclo, salutiamoci!, senza glutine, vegan e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Tartufini all’okara di mandorle per Salutiamoci!

  1. Pingback: Due chiacchiere sul laboratorio di cucina a basso impatto | la tana del riccio

  2. Pingback: Polpette raw alle mandorle e carote e formaggino di noci brasiliane al timo limone | la tana del riccio

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...