Seitan caramel(l)ato su letto di zucca

Marzo è volato, tra un impegno e l’altro, il lavoro, la casa nuova e mille altre cose siamo arrivati nella settimana di Pasqua ed io devo ancora “colombare”, pensare dove fare alcuni giorni fuori porta, decidermi su quale doccia mettere in bagno..🙂

E visto che parliamo di casa volevo farvi vedere un prospetto del 1922 di quella che stiamo ristrutturando. Diciamo che ora è molto diversa, e lo sarà anche a fine lavori, ma lo trovo molto affascinante. Andremo a vivere nell’appartamento al piano terra.

Quando fu fatta costruire il mio trisnonno aveva fatto mettere la porta sulla sinistra con l’intenzione di aprire un piccolo negozio dove vendere pane. Non mi dispiace anche solo pensare che sarebbe bello realizzare in parte il suo sogno, fosse anche solo per spacciare un po’ di pasta madre🙂

progettocasa1922

Ma veniamo alla ricetta di oggi.. visto poi che quest’anno la primavera si fa attendere e quindi sta sfumando la mia speranza di giornate di vacanza al sole senza giacca, ci tiriamo su godendoci le ultimissime zucche che, pur essendo invernali, con il loro colore tirano sempre su il morale.

Tra le altre cose sto sperimentando preparazioni con il succo concentrato di mela preso con il GAS. Allora dopo una ricetta dolce, eccone qui una salata che fa anche il suo effetto..

Questo piatto lo porto a Buona Pasqua Vegan di Golosità Vegane, per una Pasqua all’insegna del frescolino direi che un piattino bello caldo ci sta bene!

Seitan caramel(l)ato su letto di zucca

Ingredienti:

2 fette spesse di seitan
un cucchiaio di olio evo
un cucchiaio di succo concentrato di mela
un cucchiaio di salsa di soia
3-4 cucchiai di brodo di cottura del seitan

per la crema di zucca:

una fetta di zucca
una cipolla bionda
2 cucchiai di olio evo
qualche seme di sesamo nero
un pizzico di sale integrale

Preparare la crema di zucca: stufare la cipolla in un cucchiaio di olio evo, aggiungere la zucca pulita e rigirare per qualche minuto. Coprire con un bicchiere scarso di acqua calda, mettere il coperchio e lasciar cuocere fino a cottura della verdura. Aggiungere il sale, l’altro cucchiaio di olio e frullare fino ad ottenere una crema uniforme.

Tagliare il seitan a triangoli e rosolarlo in padella con l’olio. Nel frattempo mescolare molto bene tra loro il succo concentrato di mela, la salsa di soia ed il brodo. Quando il seitan risulta dorato, versare l’emulsione e far caramellare rigirando bene.

Nei piatti da portata versare un letto di crema di zucca, al centro disporre il seitan e spolverare con qualche seme di sesamo nero.

Questa voce è stata pubblicata in secondi, senza glutine, soia tofu e seitan, vegan e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

16 risposte a Seitan caramel(l)ato su letto di zucca

  1. Daria ha detto:

    Ma che bello l’edificio in cui vi state spostando! Ricco di storia e storie! Poi altro che il sogno di una panetteria poteva racchiudere!🙂
    Mi ispira molto il seitan preparato così… me lo segno!

  2. cucinoincina ha detto:

    che fascino questa casa, sono curiosa di vedere le trasformazioni che non ne avranno modificato l’essenza… ottimo anche il piatto ma il portoncino per la panetteria ruba la scena😉 !!

  3. Ale ha detto:

    Che bello il progetto del tuo trisnonno e chissà, nella vita tutto può succedere, no? ^_^
    Il seitan è spettacolare, a parte che io lo adoro (anche se poi non lo mangio spesso), fatto così è veramente invitante, mi piace molto l’idea della caramellatura e con la salsina delle ultime zucche è proprio ottimo con questi freddi. E sarà perfetto anche per Pasqua, che oltre ad essere freddo (così dicono le previsioni almeno), un secondo così è da alta cucina! ^_^
    Grazie mille per la ricetta Cesca!

    • xcesca ha detto:

      grazie mille Ale!
      La tua è proprio una bella iniziativa e mi fa piacere partecipare con questo piatto semplice ma raffinato allo stesso tempo🙂

  4. perlinazzurra ha detto:

    Che splendore questo disegno Franci… ma dove l’avete scovato??? Non sapevo poi dell’idea del pane!!! E’ troppo simpatica sta cosa!!

    • xcesca ha detto:

      Hehe, l’ha trovato lo zio perchè l’architetto cercava dei documenti sullo stato della casa in origine.
      La storia del negozio invece me l’ha raccontata mia mamma🙂
      Ora che hanno tolto parte dell’intonaco esterno si nota dove c’era la porta🙂

  5. Che bel racconto, mi è piaciuto tanto! Il trisnonno sarebbe di sicuro fiero di te!!!

    • xcesca ha detto:

      Grazie Cinzia! Pensa che oggi ho scoperto che il giardino intorno doveva essere destinato alla coltivazione del grano!
      La considero una scusa per prendere il mulino in casa nuova😉

  6. lo ha detto:

    È davvero affascinante il vecchio e ordinato disegno della casa…e anche questa tua fase cosí ricca. Uso spesso il concentrato di mele, uno dei migliori dolcificanti naturali a nostravdisposizione. Posso chiederti il nome del fornitore cosí da proporlo al nostro gas? Spero sia per me che per te in giorni di vacanza almeno asciutti.

  7. Pingback: Agretti alla catalana con seitan caramellato al balsamico | la tana del riccio

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...