Piadine integrali del riciclo

In vista della Pasqua molti possessori di pasta madre avranno iniziato a rigenerarla a più non posso per rinforzarla per bene in vista della massiccia produzione di colombe. Sappiate che io non ci sto ancora pensando, ma ugualmente l’altro giorno ho rigenerato un po’ di volte la mia creatura per fare una ricetta del riciclo che in questo caso tanto riciclo non è dato che ho fatto apposta a produrne in eccesso per fare una bella scorta di buonissime piadine, comode per un pranzo veloce, per il rientro dall’allenamento del moroso, per riempire dopo essersi accorti che la minestra da cena non era abbastanza per sfamarci 🙂

In giro troverete centinaia di ricette, qui vi presento la mia. Vengono ottime usando solo farina integrale, provare per credere.

Inoltre ho inserito un piccolo trucco insegnatomi da una collega romagnola di mio papà: l’impasto dev’essere molle come il lobo dell’orecchio. Hehe, già mi immagino il vostro lobo infarinato nel tentativo di individuare la giusta consistenza 🙂

Nella prossima ricetta vi dirò come mi sono farcita la mia piadina ieri a pranzo..

Piadine integrali del riciclo

Ingredienti:

200 gr di pasta madre avanzata
200 gr di farina integrale
una presa di sale integrale
circa 115 gr di acqua tiepida
2 cucchiai di olio evo

Sciogliere la pasta madre nell’acqua ed aggiungere, continuando a mescolare la farina. Versare anche sale ed olio ed impastare aggiungendo eventualmente altra acqua fino ad ottenere un impasto “molle come il lobo dell’orecchio“.

Coprire e, se possibile, lasciar riposare una mezzoretta.

Suddividere l’impasto in porzioni grandi quanto una pallina da golf e lasciarle riposare altri 10 minuti.

Scaldare una padella antiaderente sul fuoco medio. Infarinare il piano da lavoro e stendere le palline di impasto ad uno spessore di 2 mm.

Cuocere ogni piadina 1-2 minuti per lato e man mano che sono pronte disporle una sopra l’altra su un piatto e coprirle con uno strofinaccio pulito.

A questo punto è possibile congelarle, oppure scaldarle brevemente in padella farcendole dopo aver scaldato il primo lato.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in autoproduzione, lievitati, pizze e focacce, ricette base, riciclo, vegan e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

15 risposte a Piadine integrali del riciclo

  1. Daria ha detto:

    Buonissime, vedo che le prepariamo allo stesso modo! Neanche a me è ancora venuta voglia di colombare quest’anno… vediamo se con l’approssimarsi della Pasqua mi viene voglia… anche se mi sa che quest’anno opterò per una versione focacciosa…

  2. Zucchero d'uva ha detto:

    Adoro le piadine, anch’io le faccio con la sola farina integrale, ma la tua pasta madre su che base di farina e’ ? Non ho mai provato a congelarle, per quanto ai mantengono?

  3. Cami ha detto:

    La pasta madre e’ magia… Ma io ancora non mi sono buttata eh eh eh ^_^
    Hai fatto benissimo a fare scorta di piadine, non si sa mai 😉 e grazie per il consiglio sulla consulenza, sicuramente ci toccheremo tutte i lobi XD

  4. xcesca ha detto:

    @daria: versione focacciosa della colomba? interessante.. io in questo periodo sto facendo un po’ di prove di pani anche diversi dal solito, la mia PM reagisce bene, il mio stomaco un po’ meno.. ma sono troppo buoni!
    @zuccherod’uva: ultimamente rigenero la mia pasta madre con farina di farro tipo 1, ma in questo caso la penultima volta l’avevo rigenerata con farina integrale.. diciamo che uso un po’ quello che mi capita, ma in genere farine semi-raffinate. Per congelarle il problema è che sono talmente buone e comode che non mi sono mai durate molto, penso non ci sia nessun problema se le usi entro 2-3 settimane. La cosa comoda è che le tiri fuori ancora congelate e in un minuto di padella calda sono come appena fatte!
    @cami: quando ti butterai non vorrai più tornare indietro! io ora sento tantissimo se un pane è fatto con il lievito di birra o con la pasta madre, e in quanto a digeribililtà e bontà è tutto di guadagnato!

  5. londarmonica ha detto:

    Iniziare ad usare la pasta madre in questa maniera mi sembra una gran cosa 🙂

    • xcesca ha detto:

      e lo è 😉
      effettivamente pensandoci sarebbe un ottimo modo per utilizzare una pasta madre nata da poco che ha ancora poca forza. Grazie del suggerimento che penso potrebbe tornare utile!

  6. sandra ha detto:

    belle cosi integrali, devo rinfrescare il licoli…. ottima idea!

  7. Meravigliose queste piadine! Anche a me piacciono 100% integrali e con poco olio, in questo modo si possono usare come sostituto del pane senza troppi sensi in colpa!!
    Il pensiero della pasqua non mi sfiora neppure minimamente, anzi le feste comandate mi mettono un po’ d’ansia! Quest’anno però, merito della mia creaturina (la PM), mi è venuta voglia di provare a fare una colomba vegan…consapevole che come sempre mi ridurrò all’ultimo minuto!
    Rimango a curiosare ancora tra le tue ricette, a dopo!

  8. Pingback: Falafel per Salutiamoci! | la tana del riccio

  9. CescaQB ha detto:

    Ecco…pasta madre e quindi non è per me…ma adoro le piadine! Lascia almeno che me la mangi con gli occhi ^_^

  10. Pingback: Colomba cocco-ciocco | la tana del riccio

  11. Lili ha detto:

    Come promesso, le sto provando tutte!!stasera ero senza pane e con PM da rigenerare:la piadina e’ stata un ‘ ottima idea!!ed è stata un SUCCESSO!per me che non sono una gran cuoca, fare una piada come quella della ns piadineria preferita e’ una soddisfazione grandissima!graaaaazieeeeeee!

  12. Pingback: Piadine ai cereali senza lievito | la tana del riccio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...