Wok di broccoli e tofu con alghe arame

Rientro vuol dire anche voglia di mangiar sano, eh sì, perché fuori casa è bello sperimentare cose nuove ma è difficile trovare quello a cui si è abituati. Ed è ancora più difficile se si parla di Argentina, Patagonia in particolare, e se siete vegetariani.
Curiosi di sapere cosa ho mangiato? Beh, è noto che sicuramente non si tratta del regno dei vegetariani, e questo lo sapevo ancora prima di partire. Ma devo dire che, Buenos Aires a parte dove comunque si riusciva a trovare di tutto, non è stato proprio facile convivere con la loro cultura culinaria. Forse è l’unica cosa che non mi è piaciuta, ma proprio l’unica 🙂

La carne sicuramente è molto più sana che in tanti altri posti, Italia compresa, ma già sapete che io non mi nutro di animali. Ma al di là del discorso carne, tutto il resto non si può certo definire cibo sano.
Ho visto cose che voi umani non potete immaginare.. a parte il fatto che mettono grasa bovina ovunque (eh già, per loro a quanto pare è più economica dell’olio di palma e ce la ficcano pure nei biscotti), ho visto farina 0000 (avete contato bene! Quattro zeri!) arricchita con vitamine e minerali (eh già, prima li togli, e poi glieli metti in laboratorio..). Inoltre a sud non cresce molto, tutto quello che è frutta e verdura è importato, e quindi caro e poco usato.

Ad ogni modo sono qui a proporvi il wok che mi sono preparata l’altro giorno a pranzo, io l’ho trovato buono buono, leggero ma saporito e appagante.

Wok di broccoli e tofu con alghe arame

Ingredienti per due porzioni:

2 fette di tofu al naturale
un broccolo
mezza cipolla rossa
una carota
una presa di alghe arame
un cucchiaio di olio evo

per la marinatura:

2 cucchiai di salsa di soia
1 cucchiaio di succo concentrato di melograno
1 cucchiaio di acqua

Con qualche ora di anticipo mettere in ammollo le alghe in un bicchiere di acqua fresca. In un contenitore ermetico emulsionare gli ingredienti per la marinatura (se non si ha a disposizione il succo di melograno sostituirlo con un cucchiaino di succo di mela ed uno di aceto di mele). Tagliare il tofu a cubetti regolari, rigirarlo nella marinatura appena preparata e lasciarlo riposare in frigo.

Trascorso il tempo di riposo sciacquare le alghe e farle bollire per 15 minuti prima di scolarle e passarle sotto il getto dell’acqua.

Scaldare il wok e ungerlo leggermente con l’olio evo. Tagliare la cipolla e la carota a stuzzicadenti e saltarle brevemente. Aggiungere anche il tofu scolato dalla marinatura e farlo colorire appena. Infine mettere nel wok anche il broccolo tagliato a piccole cimette, far insaporire per 3 minuti dopodiché abbassare il fuoco, coprire e lasciar cuocere ancora circa 5-10 minuti controllando di tanto in tanto che non si attacchi ed eventualmente aggiungendo poca acqua.

Il broccolo deve rimanere croccante e di un colore vivo. Versare infine le alghe e la marinatura del tofu e lasciar caramellare per 2 minuti.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in piatti unici, secondi, senza glutine, soia tofu e seitan, vegan, verdure e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

14 risposte a Wok di broccoli e tofu con alghe arame

  1. Monica ha detto:

    Buono questo piattino!!! 🙂
    La propria cucina non ha paragoni in nessun posto del mondo!!!
    Buona settimana 🙂

  2. CescaQB ha detto:

    Proprio l’altro giorno mi chiedevo se riuscivi ad alimentarti in maniera “agile” quando te ne stavi a bighellonare in giro per il mondo. La farina 0000 mi mancava proprio °_°’
    Quindi xcesca vai di wok di broccoli di verdurelle e legumetti …

  3. Zucchero d'uva ha detto:

    Carina la marginatura nel succo di melOgrano! Beata te che sei stata in Patagonia , per me che sono appassionata di montagna sarebbe un sogno!

  4. lacucinadellacapra ha detto:

    la farina 0000 vola??? incredibile!! A parte il cibo com’è andato il giro? Hai fatto delle belle foto? Baci!

  5. cucinoincina ha detto:

    qesto tipo di alga ancora mi manca, proverò magari in questa combinazione !
    farina a 4 zeri! che roba…, aspetto invece di sapere quanto di buono avrai assaggiato 😉

  6. xcesca ha detto:

    @monica: grazie! eh già.. l’alimentazione della nostra cultura è qualcosa che ci entra dentro, per quanto ci possa piacere sperimentare 🙂
    @cescaqb: eh, quell’aspetto non è andato benissimo, ma non sempre mi è andata male, dai..
    @zuccheroduva: grazie! eh già, abbiamo fatto un po’ di escursioni bellissimi e con panorami mozzafiato!
    @capretta: prossimamente un post con alcune foto! 🙂
    @alessandraincucina: grazie mille!! non ti conoscevo, corro a vedere il tuo blog!!
    @marta: l’alga arame ha un gusto moolto tenue, per questo mi piace! 🙂

  7. Katy ha detto:

    Mamma mia, la Patagonia! Che meraviglia!
    Hai visto le balene?! Beh, quello sarebbe il mio sogno più grande…che spero prima o poi di realizzare! 🙂

    Il piatto mi piace tanto, è così salutare che ti dà energia anche solo in foto!
    Anch’io uso spesso l’arame….ha un sacco di sali minerali senza però avere un sapore troppo invadente! 🙂
    A presto!

  8. Cami ha detto:

    Oddio ti giuro che leggendo quello che mangiano lì ho provato un po’ di ribrezzo… MA COSI FA????? O_O’

    Il tuo piatto sì che è sano, colorato, ricco di nutrienti ed invitante… Preferisco quello che cucini tu 😀

    Ora aspetto però di vederla in tutto il suo splendore, non sotto il profilo culinario pero’ 😉

  9. elisabettapendola ha detto:

    ho i broccoli, ho il tofu, ho lo wok….questo piatto è MIO stasera!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...