Primo compleanno e un tortone per festeggiare!

Già passato un anno dal primo post?? Ancora non mi sembra vero!
Questo blog mi sembra ancora una creaturina, ma i 102 post e i 1022 commenti parlano chiaro: ormai è avviato, e devo dire che sono soddisfazioni!

Un blog è qualcosa di più di un diario, perché tutto quello che contiene viene condiviso in una community, e per come la vedo io tutto ciò che viene condiviso è più ricco, perché è proprio grazie al confronto con gli altri che si riesce a mettersi in gioco maggiormente.

Quindi grazie mille a tutti quegli “altri” che stanno rendendo così interessante questa esperienza. Grazie a chi commenta, a chi passa timidamente a dare un’occhiata, a chi ha il coraggio di provare, magari anche sconvolgere e ripensare i miei esperimenti, e grazie a chi viene a raccontarmi come è andata!
E ovviamente grazie anche a tutti i partecipanti di questa community, perché gli altri blog sono sempre fonte di interessante ispirazione.. andatevi a vedere la sezione link.. anche se è sicuramente da aggiornare!

Per questa occasione avevo pensato a un’altra ricetta.. ma purtroppo esteticamente non è venuta un granchè, e quindi oggi vi propongo una tortina piccolina ma decisamente golosa.. da grande occasione insomma.
In fondo non tutti gli esperimenti vengono bene, e qui vi propongo quelli che, secondo il mio modesto parere, riescono. Di questo ne parlavo proprio con un’amica a Barcelona: non cucino sempre tutto bene e bello.. tutto è una sperimentazione e qui vedete solo i risultati positivi🙂

Ma nel post precedente non avevo detto che avevo voglia di cibi semplici? Beh, è ancora così, ma oggi si fa un’eccezione, e poi questa torta l’avevo fatta poco prima di partire per Barcelona, in occasione di una grigliata con gli ex compagni di università.

Dovete sapere che durante i bellissimi anni di studio, oltre a passare ore ed ore in biblioteca o davanti al computer, me la sono passata benissimo con i miei compagni con i quali organizzavamo volentieri feste e gite con annesso pernottamento nelle varie casette di montagna.

In tutto questo io avevo il compito di preparare “il tortone”, ovvero un super concentrato di creme, zuccheri, panne, uova e chi più ne ha più ne metta. Doveva trattarsi insomma di qualcosa di bello carico, e io mi divertivo un mondo a pastrocchiare per almeno un paio di giorni per ottenere qualcosa che fosse possibilmente anche scenografico. Più per il gusto di farlo dato che alla fine ne avevo la nausea ed appena assaggiavo.
La leggenda voleva anche che mettessi un ingrediente segreto nel “tortone” per renderlo così speciale. E questo ingrediente era il vitello tonnato.. tranquilli, non l’ho mai messo eh!

Ma poi i tempi cambiano, si cresce, si acquisisce consapevolezza di quello di cui ci si nutre. Ed allora cambia la scelta degli ingredienti, ma senza rinunciare alla tradizione!
Le amicizie per fortuna sono rimaste e questa volta quindi ho pensato ad una torta che fosse comunque d’effetto, ma che non si allontanasse dai miei principi.

Quindi niente burro, in favore di olio extravergine del Garda, niente latticini in generale, così il mio stomaco ringrazia e risulta tutto più leggero, niente uova, per non appesantire, poco zucchero (solo quello contenuto nel cioccolato fondentissimo e quello del latte di soia alla vaniglia), in favore del malto di riso.

Eppure la torta se la sono mangiata tutti!

L’ingrediente segreto come vuole la tradizione c’è, ma questa volta è costituito dalle alghe!
Sssh.. non diteglielo però che questa volta ci sono davvero (grazie a poco agar agar infatti la crema non rischia di colare nel momento del taglio della torta)!

Io ho usato il latte di mandorle e cocco che avevo ottenuto da questa ricetta, in alternativa potete usare anche del normale latte di mandorle e la polpa che ne rimane.

Qui sotto una foto fatta al volo per farvi vedere la fetta come risultava.

Ancora un buon compleanno alla Tana del Riccio!

Aggiornamento a maggio 2013:
Con questa ricetta partecipo a Salutiamoci! di maggio con le fragole, ospitato da RicetteVeg.

Torta al cioccolato con crema e fragole

Ingredienti per la base:

50 gr di farina di farro integrale
150 gr di farina 0
2 cucchiai di cacao
2 cucchiaini di cremor tartaro
2 cucchiaini scarsi di bicarbonato
1 cucchiaino di vaniglia in polvere
160 gr di latte di mandorle e cocco
130 gr di malto di riso
50 gr di olio evo
45 gr di okara di mandorle e cocco

per la crema:

30 gr di farina 0
15 gr di maizena
1 cucchiaino di agar agar
600 gr di latte di soia alla vaniglia
2 cucchiai di malto di riso

per la ganache al cioccolato:

100 gr di cioccolato fondente 85%
70 gr di latte di mandorle e cocco
1 cucchiaino di olio evo

per la finitura:

350 gr di fragole
100 gr di cioccolato fondente 85%
1 cucchiaino di olio evo
qualche cucchiaio di latte di soia alla vaniglia
qualche fogliolina di melissa

Miscelare in modo uniforme le farine, cacao, cremor tartaro e bicarbonato. Nel bicchiere del frullatore mixare il latte con malto, riso, olio, vaniglia e okara in modo che non rimangano grumi.
Versare il composto liquido in quello secco e mescolare uniformemente.

Oliare e infarinare una teglia a cerchio apribile di 20 cm di diametro, versare l’impasto della torta e cuocere in forno preriscaldato a 180° facendo la prova stecchino per verificare la cottura.
Lasciar raffreddare completamente la torta prima di estrarla dallo stampo e tagliarla a metà.

Preparare la crema: mescolare tra loro farina, maizena e agar agar. Aggiungere poco latte in modo da non formare grumi fino ad ottenere una pastella liscia. Sul fuoco scaldare il restante latte. Una volta che il latte comincia a sobbollire aggiungere anche il malto e la pastella di farina e continuare a mescolare per circa 4 minuti. Lasciar stiepidire.

Foderare con la carta forno il fondo della tortiera, disporre una metà della torta e chiudere il cerchio apribile. Bagnare la torta con il latte di soia alla vaniglia e disporre parte delle fragole tagliate a metà.

Versare la crema ormai tiepida sulle fragole e coprire con il secondo strato di torta. Bagnare nuovamente con poco latte di soia e disporre in frigo per una notte coprendo la torta con della pellicola trasparente.

Il giorno successivo preparare la ganache: in un pentolino spezzetatre il cioccolato e versare il latte. Scaldare a fuoco bassissimo senza mai smetetre di mescolare. Una volta ottenuta una crema uniforme aggiunegre anche un cucchiaino di olio evo e continuare a mescolare in modo che si incorpori. Lasciar stiepidire.

Prendere la torta e molto delicatamente toglierla dallo stampo ed adagiarla sul piatto da portata. Spalmare su tutta la sua superficie la ganache che, raffreddandosi, avrà raggiunto una consistenza cremosa.

Nella crema al cioccolato rimanente intingere le restanti fragole ed adagiarle sulla torta fino a ricoprirla interamente. Mettere nuovamente in frigo a raffreddare per circa un’ora.

Tagliare una striscia di carta forno lunga quanto il perimetro della torta ed alta circa 3 cm in più rispetto all’altezza della stessa. Sciogliere il restante cioccolato a bagnomaria, incorporare l’olio evo e spennellarne uno strato sottile sulla carta forno.

Appoggiare con attenzione la carta forno su tutto il perimetro della torta e premere delicatamente con le mani in modo da farla aderire bene ed ottenere un leggero effetto stropicciato. Lasciar raffredadre in frigo.

Prima di servire rimuovere molto delicatamente la carta forno dal cioccolato ormai indurito e guarnire con le foglioline di melissa.

Questa voce è stata pubblicata in chiacchiere, dolci, torte, vegan e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

27 risposte a Primo compleanno e un tortone per festeggiare!

  1. Chiara ha detto:

    Non trovare burro, uova e latticini in una torta mi fa pensare…oddio e come farà a risultare un DOLCE? ma poi vedo questa fetta e mi viene un’acquolina in bocca…che me la mangerei all’istante!! Chissà che bontà!
    Bravissima, come sempre!
    Buon BLOG COMPLEANNO!!

  2. Ale ha detto:

    Ciao! Ti seguo da poco e non ho mai commentato ma il tuo blog mi piace moltissimo e sei già tra i miei preferiti!
    Tanti auguri di buon blog-compleanno, è una bella esperienza veder crescere la creaturina, vero? Se poi ti fa stare in relazione con altre persone è ancora di più una soddisfazione. (fra un po’ compio anch’io un anno!)
    A presto! ^_^

  3. Daria ha detto:

    Tanti auguri allora! Che bontà deve essere la tortina!

  4. Arianna ha detto:

    Tantissimi auguri!!!! E complimenti per la torta meravigliosa!!!!

  5. donatella ha detto:

    Auguriiiiiiiii!!! Ma che meraviglia! Un concentrato di bontà e di… blog! Hai davvero reso l’idea del cambiamento, del tempo che passa, del tuo blog e di te… Bello davvero, bravissima! E ancora auguri! Grazie per questo blog…

  6. xcesca ha detto:

    @chiara: grazie mille!! mi piacciono le sfide😉 Io ormai mi sono abituata ad un certo tipo di “dolci” che quelli tradizionali mi danno quasi la nausea, ma questa sembra sia piaciuta anche agli altri!
    @ale: non conoscevo il tuo blog!! verrò di sicuro a trovarti! è proprio bello vedere crescere le nostre creaturine😉
    @daria: grazie mille! un abbraccio!
    @arianna: grazie anche a teee!!
    @donatella: hehe, mi fai arrossire😉 Grazie a tutte voi per i vostri commenti, fanno sempre tanto piacere!

  7. lacucinadellacapra ha detto:

    Auguroni!!! Questa torta è veramente degna dell’evento!! Complimenti per il blog, per le ricette e ti auguro che in futuro vada sempre meglio😀 Ciao!

  8. Felicia ha detto:

    Buon compleanno!!!!!!! tantissimi auguri e complimenti per il bellissimo blog!!!!!
    Hai festeggiato alla grande con questa meraviglia…….. golosa, bella, perfetta assolutamente perfetta!!!!
    Un bacione🙂

  9. Sissa ha detto:

    Wow, che fetta golosa! Ci credo che hanno apprezzato tutti! Io sono per le cose più ..spicce ed ammiro molto questa tua buona volontà, visto il procedimento lungo!
    Notte,sissa

  10. stelladisale ha detto:

    buon compleanno!🙂 bellissima ricetta

  11. xcesca ha detto:

    @felicia: grazie!! non faccio spesso di questi dolci, il considero un po’ come lavoretto manuale.. con il vantaggio che poi si mangia😉
    @sissa: anch’io la maggior parte delle volte opto per soluzioni veloci e meno d’effetto, ma ogni tanto ci sta e mi diverto un sacco! hehe.. Grazie di essere passata!

  12. notedicucina ha detto:

    Perdona il ritardo… AUGURONI! I tuoi compagni si sarebbero certamente innamorati anche della versione “sana” (senza vitello tonnato :-)) del tortone, non abbiamo dubbi in proposito. Che goduria!

  13. Cinzia T. ha detto:

    Tu non sei umana… sei un extraterrestre con poteri superiori a noi comuni mortali!!!!!!!!
    che meravigliaa!!!! ho finito di pranzare adesso e mi hai fatto rivenire fame!!!

  14. Camiria ha detto:

    Innanzitutto auguri augurissimi auguroni🙂 un anno di vita del blog e’ importante! In fondo questi spazi sono parte di noi, del nostro percorso e di quello che ci succede e cambia il nostro cammino!
    Sei tu fonte di ispirazione e se qui pubblichi solo le ricette riuscite (che sono meravigliose) cosa possono essere quelle non riuscite?!? Secondo me son tutte buone ma nella presentazione anche l’occhio vuole la sua parte e allora ok ci può stare che qualcosa non sia riuscitissimo.
    Questo pero’ non si può certo dire per questa fantastica torta!!!! E’ bellissima, golosa al punto giusto, fantastica e non so cos’altro dire… Fa letteralmente sbavare! Complimenti!!!!!!!!😀

  15. xcesca ha detto:

    @cinzia: il mio moroso direbbe che sono “stramba”🙂 Non è poi così difficile, il trucco sta nel divertirsi!
    @camiria: che gentile che sei! in effetti hai pienamente ragione: la tana del riccio è a tutti gli effetti una parte di me.. e mi piace🙂 Un abbraccio!

  16. Sara ha detto:

    Auguri in ritardo!!! di certo avrete fatto un degno festeggiamento con questa torta superlativa!

  17. feelfreeglutenfree ha detto:

    Auguri anche a te!! Ricordavo che siamo quasi gemelle, ihihih! Buona continuazioneeee. Un abbraccio.

  18. Pingback: Salutiamoci: mangiare bene per stare bene – fragole | la tana del riccio

  19. ricetteveg.com ha detto:

    Tesoro, questa non la posso inserire in Salutiamoci perché ha la Farina 0 che è vietata😦 sorry!

  20. No sugar please... ha detto:

    Questa non l’avevo vista! E’ eccezionale!!

  21. Pingback: Tanti auguri bloggino! ..e un gelatino | la tana del riccio

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...