Pinzimonio, chi l’ha detto che la verdura è noiosa?

Eccomi! Nemmeno questa volta sono rimasta in giro per il mondo. Casa è sempre casa e ho ancora molto senso del dovere per far finta di perdere il volo del rientro, hehe..

Sono rientrata da quasi una settimana ma ancora non avevo avuto il tempo di postare qualche ricettuzzola e farmi viva. Il rientro è stato abbastanza traumatico: giornate al lavoro che piene è dir poco, tante scadenze e tante cose da recuperare usando un po’ di fantasia non avendo dati oggettivi su cui basarmi.

Ad ogni modo il fine settimana ci siamo rifiutati di sistemare casa e ce la siamo goduta con un po’ di catamarano e un po’ di laghetti (e qui solo la gente di queste parti può capire ottimamente il binomio laghetti-relax).

Per le foto e il resoconto del viaggio dovrete aspettare, ho appena scaricato una cosa come seicento foto e devo ancora guardarle anche solo una volta, e a dir la verità devo ancora fare mente locale delle due settimane trascorse in Turchia, con una piccola capatina finale a Kos.

Sto anche riprendendo a cucinare, sebbene poi mi ritrovi a pranzare a crackers perchè non ho tempo di passare a casa. Lo so che mi darete della pazza ma ho anche già acceso il forno due o tre volte, ripiegando sul lievito di birra in attesa di prelevare la mia pasta madre dal suo soggiorno estivo a casa della mia amica.
Ma con questo caldo sto anche abbondando di frutta e verdura.. finalmente dopo tanti mesi a base di mele e poco altro i frutti estivi offrono una varietà e dei sapori che ogni anno amo scoprire, per non parlare dei primi frutti del nostro piccolo orto che hanno un gusto speciale. Ma anche cicoria, peperoncini, pomodori di tutti i tipi, carote, zucchine.. e proprio a proposito di zucchine vi ricordo che questo mese è l’ingrediente di Salutiamoci! Guardate un po’ qui.
Prossimamente qualche piatto con questo prezioso ingrediente..

Ad ogni modo oggi più che una ricetta vi propongo un’idea semplicissima ma di sicuro effetto. Si tratta di un pinzimonio che avevo preparato l’anno scorso per un’aperi-cena con gli amici. Davvero mi vergogno a scrivere la ricetta, ma questa foto mi piaceva particolarmente e trovo sia un modo allegro per presentare la verdura anche a chi di solito non ne mangia più di tanta.

Ovviamente la mia è solo un’idea di presentazione, semplice e fattibile in poco tempo. Ma ricordate di non prepararla con troppo anticipo altrimenti le verdure seccherebbero. In alternativa lasciatele a bagno in acqua fredda in frigo ed asciugatele molto bene al momento di fare la composizione.

Un’ultima cosa: trovate l’intruso!

Pinzimonio di verdure

Ingredienti:

carote
sedano
peperoni di vari colori
cetrioli
finocchi
rapanelli
basilico, pomodori a grappolo e datterini per decorare

per il condimento:

olio e succo di limone in parti uguali
sale marino integrale q.b.

Sbucciare le carote e i cetrioli e pulire il resto della verdura. Tagliare tutto tranne pomodori e rapanelli a bastoncini approssimativamente della stessa misura. I rapanelli tagliarli a rondelle sottili.

Preparare il condimento sciogliendo il sale nel succo di limone ed emulsionandolo poi con l’olio.

Versare in tanti bicchierini quanti sono i commensali un dito di condimento e disporre poi in ognuno un bastoncino per ogni tipo di verdura. Incidere alcune fettine di rapanello e inserirle nel bordo del bicchierino.

Disporre al centro del piatto i bicchierini e tutt’intorno le rimanenti verdure. Decorare a piacere con rose ottenute arrotolando la buccia dei pomodori a grappolo, con fiori ottenuti dalle carote, foglie di basilico e quello che suggerisce la fantasia.

Mettere il restante condimento in una bottiglietta in modo da potersene servire ancora.

Questa voce è stata pubblicata in antipasti, crudo, finger food, insalate, senza glutine, vegan, verdure e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

21 risposte a Pinzimonio, chi l’ha detto che la verdura è noiosa?

  1. Felicia ha detto:

    Bentornata!!!! il rientro è sempre traumatico, in ferie ci si rilassa ma poi a casa bisogna tornare alla realtà…. vedrai piano piano rientrerai nel giusto ritmo, purtroppo.
    Diversi anni fa ho trascorso 15 gg a Kos, mi è piaciuta tantissimo, l’avevo girata tutta in scooter, un’isola poco turistica, almeno dagli italiani, ma splendida.
    La tua presentazione è perfetta!!!! in questo periodo stiamo consumando anche noi tantissime verdure, colorate e gustose, inoltre il caldo ti spinge a cucinare meno, molto più crudo😛

    • xcesca ha detto:

      Felicia, noi siamo stati a Kos solo tre giorni ma la considereremo anche come possibile vacanza futura, magari per una settimanella di relax. Anche noi abbiamo girato in scooter!

  2. Arianna ha detto:

    Ciao, bentornata!!! E il tuo piatto è coloratissimo, troppo invitante, brava!!!! Io pranzerei così ogni giorno!!!!!

  3. Chiara ha detto:

    Ciao Fra, bentornata!!! Conosco bene il binomio laghetti-relax ma il catamarano non l’avete portato ai laghetti vero? hihi😉
    Una simpatica idea di presentazione e poi tutte queste verdure con il caldo di questo periodo ci stanno benissimooooo!

  4. Chiara ha detto:

    Bentornata!!!! Io odio l’estate per il caldo, ma l’adoro per i pomodori, le zucchine, i peperoni, le melanzane, il basilico! Cosa farei senza basilico d’estate!! E… Io ho trovato l’intruso!! Squitt squitt!

    • xcesca ha detto:

      Indovinato!! Vedendo la radice dei ravanelli mi era venuta in mente proprio la coda di un topolino! Basta prendere un datterino, farci due buchini per gli occhi dove inserire due grani di pepe, un buchino dove inserire la coda, e due taglietti per le orecchie di ravanello😉 Già, le verdure dell’estate sono qualcosa di favoloso!

  5. CescaQB ha detto:

    Bentornata !!!! ^_^
    in attesa di leggere e vedere qualche vostra avventura da viaggiatori ti aspettiamo appena le acqua ci calmeranno e avrai tempo per raccontarci … nel mentre sgranocchio la tua verdura e mi metto il basilico tra i capelli che fa tanto musa di Gauguin in versione veg ;)))

  6. sara ha detto:

    wow, che belli i tuoi bicchierini! il pinzimonio è sempre un’ottima idea per un aperitivo/antipasto, anche con gli ospiti: piace a tutti, è colorato, divertente e leggero! Aspetto le foto della vacanza eh?!

  7. ravanellocurioso ha detto:

    Bentornata!!!! eccome se ti capisco! E complimentissimi per la foto … così invitante e super colorata! bravissima!

  8. Triquetra ha detto:

    Bellissima presentazione, complimenti!
    e poi io adoro il pinzimonio…adatto da condividere magari prima di cena con gli amici in una di queste sere dal caldo africano!😀

  9. lacucinadellacapra ha detto:

    mi unisco al coro del bentornata! Pinzimonio a gogo in questi giorni! Ciao!

  10. Camiria ha detto:

    Bentornataaaaa🙂 ancora non sono riuscita a fare il tuo pane, il succo di carote mi manca perché non ho carote e non ne trovo di fresche, quelle del mio orto devono maturare ancora e crescere🙂
    Il pinzimonio è fantastico e che allegria la foto… Quale monotonia!!!🙂

    Riprenditi e riappropriati della tua quotidianità🙂

  11. xcesca ha detto:

    grazie a tutte! che bel benvenuto dopo le ferie, mi tirate su il morale😉
    @camiria: beh, se fai il pane con il succo autoprodotto delle tue carote non puo` che venire buonissimo!! Invidia, hehe

  12. Pingback: Due chiacchiere sul laboratorio di cucina a basso impatto | la tana del riccio

  13. Pingback: Agretti alla catalana con seitan caramellato al balsamico | la tana del riccio

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...