Granola cioccolatosa

Ci siamo quasi, per un lavoro sono ufficialmente in ferie, per l’altro mi rimane ancora lunedì.. ma già mi sento più leggera!

Ma partiamo da come è nata questa ricetta.. premetto che adoro i musli in tutte le sue forme, e che quelli croccantosi stile granola non li compro solo per due motivi: primo che sono troppo buoni e quindi li sbranerei in troppo poco tempo, secondo perchè non ne trovo mai che mi convincano (troppi grassi strani, troppi zuccheri!).

Ma un giorno ho trovato questa ricetta di Sara di Straight Edge Fam per non parlare di tante altra che si trovano ultimamente nei vai blog.

Nello stesso momento il moroso ha scoperto di essere anemico e quindi ho preso la palla al balzo e ho pensato di studiare una ricetta di granola che fosse anche ricca di ferro, che fosse vegetariana e soprattutto che piacesse anche a lui!

Quindi con una piccola ricerca ho scoperto che il cioccolato fondente è ricco di ferro, ma anche il miglio! Poi i semi (in particolare il sesamo) e la frutta secca fanno la loro parte. Ed allora tutti questi ingredienti li ho mescolati insieme per ottenere una ricetta davvero sfiziosissima!

I fiocchi di avena me li sono autoprodotti, in casa infatti è arrivata una fioccatrice a manovella tutta in acciaio. Ci è stata passata per macinare i malti per fare la birra ma al momento la sto usando con grande soddisfazione per farmi ogni settimana i fiocchi freschi! Ho pure trovato i chicchi d’avena sfusi quindi meglio di così!

Per quanto riguarda l’anemia in passato ne ho sofferto parecchio, quando ancora ero onnivora. Negli ultimi anni invece no.. sarà il fatto che con l’età può migliorare, ma lasciamo aperta anche la possibilità che sia perchè sono diventata vegetariana e soprattutto ora mangio pochissimi latticini (praticamente zero da quando ho scoperto di essere intollerante).

Sì, perchè non sono un’esperta ma con l’anemia ho imparato poche regole molto utili per cercare quantomeno di non ostacolare l’assorbimento del ferro.
La prima regola è quella di limitare il più possibile il consumo, assieme a cibi contenenti questo minerale, di ciò che ne ostacola l’assorbimento, cioè in primis i latticini (in particolare il calcio), il caffè, il tè e i fitati. La seconda regola è quella di consumare alimenti che ne favoriscono l’assorbimento, e qui mi riferisco alla vitamina C (basta dell’acqua e limone, o il semplice succo di limone per condire, o un kiwi a fine pasto, frutta e verdura in generale).

Non è mia intenzione fare ora un post a riguardo, ma volevo segnalarvi solo alcune accortezze che aiutano in questi casi e che è comunque bene tenere sempre presente.
Tra l’altro sono sempre aperta a ricevere altri suggerimenti per fare piatti ricchi di ferro, vegetariani e possibilmente senza legumi (tranne la farina di ceci), dato che il moroso non li apprezza.

Comunque questa ottima granola io me la sono pappata la mattina con lo yogurt di soia ed è la fine del mondo! Al moroso proverò a somministrarla con del latte di mandorla (forse l’unico “finto latticino” che potrei riuscire a fargli prendere).

Aggiornamento a gennaio 2013:
Con questa ricetta partecipo a Salutiamoci! di gennaio 2013 che questo mese è ospitato da Federica di architettarte.

Granola cioccolatosa

Ingredienti:

150 gr di fiocchi d’avena
30 gr di miglio soffiato
60 gr di farina di farro
15 gr di semi di sesamo
15 gr di semi di girasole
15 gr di nocciole
15 gr di mandorle
15 gr di mandorle bianche
5 gr di cacao
un pizzico di vaniglia in polvere
30 gr di acqua
25 gr di olio evo leggero
70 gr di malto di riso
50 gr di cioccolato fondente

Mescolare tra loro tutti gli ingredienti secchi tranne il cioccolato: fiocchi d’avena, miglio soffiato, farina, semi, frutta secca, cacao e vaniglia.

In un altro recipiente miscelare gli ingredienti umidi e scaldarli leggermente in modo da renderli più fluidi e amalgamarli meglio.

Versare i liquidi negli ingredienti secchi mescolando molto bene fino ad ottenere un composto granuloso. Stendere su una placca rivestita di carta forno e cuocere per circa 30 minuti a 140°.

Per valutare la cottura prelevare poco composto, che sarà ancora un po’ colloso, dal forno ed aspettare che si raffreddi; se risulta croccante è pronto.

Una volta completamente raffreddato spezzettarlo e mescolarlo al cioccolato spezzettato.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in autoproduzione, dolci, dolci al cucchiaio, idee regalo, ricette base, vegan e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

16 risposte a Granola cioccolatosa

  1. Daria ha detto:

    Oh, grazie! Ci stavo gusto pensando l’altro giorno che dovrei farmi in casa i cereali per la colazione visto l’alto consumo! Provvederò al più presto a mettermi all’opera …

  2. Attars ha detto:

    ohhhhh ma questa granola è fantastica!Come ti capisco, anche io devo stare lontana dai muesli confezionati perchè finisco l’intero pacco in 2 giorni!

  3. herbi ha detto:

    che meraviglia! e hai anche la fioccatrice nuova di zecca! deve essere una gran soddisfazione davvero farsi i fiocchi da soli! che forza, sappi che ti sto invidiando moltissimo (e anche Fidanzato, al quale ho dato la notizia!)
    Ottima idea fare un meusli ricco di ferro, te la rubo… anche io sono stata ispirata dal post di Sari ma poi la pigrizia ha avuto la meglio… cercherò di rimediare presto!

  4. xcesca ha detto:

    grazie a tutte! davvero ci si mette di più a dirsi che a farsi e potete personalizzarlo con gli ingredienti che avete in casa! Sono una grande sostenitrice della personalizzazione delle ricette (tranne che per la marmellata di mirtilli rossi con la torta di grano saraceno 😉 )

  5. Sissa ha detto:

    Anche io mi tengo lontana dai kruncy perchè sono troppo buoni troppo! ..ma anche malefici per ciò che contengono.
    Temo che anche questi finirebbero in un battibaleno ma rientrano nelle cose che prima o poi vorrei provare a fare..
    Anche per me la torta di grano saraceno non ha varianti!!!!!!! Che buono il grano saraceno!
    Buon week end,
    Sissa

  6. Cinzia T. ha detto:

    perchè ho letto questo post????????????
    ora desidero la fioccatrice sopra ogni cosa!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    😉
    che bontà!!

  7. Arianna ha detto:

    Io adoro la granola e la tua versione mi piace da matti!!!! La proverò presto!!!!!

  8. xcesca ha detto:

    @sissa: provalo, con questo ti sentirai sicuramente meno in colpa 😉 Io l’ultima volta ho optato per regalarne la mete` in modo da non esagerare.. la golosita` e` difficile da controllare, hehe! buon we anche a te!
    @cinzia: hehe, non sai cose che desidero anch’io, questa e` arrivata in casa e davvero ne sono contentissima. Al momento mi limito solo perche` abbiamo una casa piccola 😉
    @arianna: grazie mille! fammi sapere poi se ti e` piaciuta!

  9. ricetteveg.com ha detto:

    uhuhuh ma che meraviglia! inutile dirlo: io copio! :*

  10. Felicia ha detto:

    Fantastica……… ma non la faccio, durerebbe troppo poco!!!! ne sono ghiotta 😛 La tua versione è ben studiata, golosa e invitante 😛

  11. Sara ha detto:

    che spettacolo questa granola, così ricca di ingredienti, tutti buoni e salutari; una vera bomba! molto interessanti le info su come contrastare l’anemia, conosco diverse persone che ne soffrono, ora posso di loro che non sono obbligate a mangiar solo bistecche al sangue!

  12. xcesca ha detto:

    @ricetteveg: allora aspetto il tuo resoconto! 😉
    @felicia: hehe, ogni volta qualche vizio bisogna concederselo.. magari a piccole dosi e non come faccio io però 😉
    @sara: grazie mille! la tua mi ispirava troppo per non provare a farla pure io!

  13. notedicucina ha detto:

    Anche noi siamo cultori del muesli, ma non abbiamo ancora mai provato a farlo in casa. E’ decisamente giunto il momento di buttarsi… Oltretutto fa parte della nostra colazione da tempo immemorabile!

    • xcesca ha detto:

      a parte la granola che è una cosa guduriosa, di solito la mia colazione consiste nel fare un musli personalizzato al volo: base di fiocchi d’avena con aggiunte a seconda della voglia del momento (uvetta, mele secche e cannella – cocco banane e vaniglia – buccia d’arancia secca e cioccolato – noci, nocciole, semini.. )
      Cavoli, devo ancora procurarmi lo yogurt di soia.. che vogliaaa!!

  14. Pingback: Salutiamoci: mangiare bene per stare bene – miglio | la tana del riccio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...