Empanadas ai carciofi e alle mele

Un’altra ricetta in spagnolo? Meglio di no, dato che probabilmente gli amici sudamericani mi darebbero dell’eretica.. hehe..

Era un po’ che cercavo una ricetta di empanadas da poter fare con i bambini oltre che per gusto personale..
Per prima cosa ho chiesto ad un amico cileno.. chi meglio di sua madre mi avrebbe potuto dare la ricetta originale delle empanadas chilenas? Peccato che se ne è tornato dicendomi che sua mamma le fa ad occhio.. e darmi almeno gli ingredienti no, eh? 😉
Allora sono passata sul versante argentino chiedendo ad un amico che tra le tante cose è anche cuoco. Lui mi ha consigliato questo sito che ha davvero tantissime ricette da perdersi quasi (non tutte veg, vi avverto). Sebbene sul ripieno mi sentissi abbastanza libera di fare di testa mia, avevo un po’ di dubbi sull’impasto.. ma proprio quest’ultimo spesso conteneva strutto o, nel migliore dei casi, burro.

Fatto sta che un pomeriggio mi sono trovata con la voglia di provare a farle e con pochi ingredienti in frigo. Ma si sa, tante volte è con scarse risorse che si riesce ad essere più inventivi, e devo dire che il risultato non è stato niente male, anche se a dir la verità di vere empanadas ne ho mangiate proprio poche nella mia vita (segno che devo fare al più presto un viaggio??).

Come mi hanno detto entrambi i miei amici “fritas son mas ricas“, ma come sempre non mi andava di friggere e ho optato per spennellare quelle salate con un po’ di olio emulsionato con un cucchiaio di passata di pomodoro.. non sarà la stessa cosa ma ha dato quella friabilità in più.

La scelta di usare la lecitina di soia è dovuta a due fattori: prima di tutto ne ho una confezione in dispensa da un sacco di tempo e non so mai come usarla (suggerimenti?), poi anche perché ho pensato che magari avrebbe potuto dare più elasticità al composto. E così è stato.. ma non so se questo è dipeso dalla lecitina o dal lungo riposo dell’impasto (l’ho preparato la mattina per poi formare le empanadas nel pomeriggio di ritorno dal lavoro.

Sarà stata la combinazione pomodoro+aglio+capperi, magari unita ad una leggera fibrosità del carciofo, ma il ripieno mi ha ricordato molto il gusto del tonno.. penso che con l’aggiunta di un po’ di alghe sarebbe un’ottima ricetta confondi onnivoro!

Io non ho salato il ripieno, già bello saporito da olive e capperi.. fate un po’ voi..

La versione dolce nella foto qua sotto l’ho improvvisata perché mi era avanzato un po’ di impasto.. quando le improvvisazioni portano a qualcosa di nuovo e pure buono!

Empanadas ai carciofi e alle mele

Ingredienti per l’impasto:

200 gr di farina tipo 2
un pizzico di bicarbonato
un cucchiaino di sale
un cucchiaino di lecitina di soia
2 cucchiai di olio evo
una tazzina di acqua calda
birra q.b.

per il ripieno ai carciofi:

un carciofo
mezzo limone
8-10 olive nere
2 cucchiaini di capperi sottolio
uno spicchio d’aglio
qualche cucchiaio d’acqua
mezzo bicchiere di passata di pomodoro
peperoncino q.b.
olio evo, passata di pomodoro e semi di sesamo per la finitura

per il ripieno alle mele:

mezza mela
2 noci
un pizzico di cannella
malto di riso e granella di mandorle per rifinire

Emulsionare olio, acqua calda e lecitina finché quest’ultima non si sarà sciolta.

Miscelare tra loro farina, bicarbonato e sale e impastare aggiungendo l’emulsione e birra sufficiente per ottenere un composto morbido ma compatto.
Lasciare riposare qualche ora coperto.

Nel frattempo preparare il ripieno ai carciofi: pulire i carciofi, affettarli sottilmente e lasciarli per qualche minuto in acqua acidulata con il succo di mezzo limone.
Scaldare in una padella di coccio qualche cucchiaio d’acqua con lo spicchio d’aglio a cui sarà stata tolta l’anima. Aggiungere anche i carciofi sgocciolati lasciando cuocere coperto per 10 minuti.
Versare in padella anche la passata di pomodoro, le olive a pezzetti, i capperi e il peperoncino e proseguire la cottura finché il composto non sarà molto tenero, aggiungendo poca acqua se necessario.
Frullare grossolanamente e lasciar raffreddare.

Per il ripieno dolce tagliare a piccoli pezzi le mele e mescolarle con un pizzico di cannella e con le noci sminuzzate grossolanamente.

Stendere la pasta a 2 mm di spessore e tagliare dei cerchi della dimensione desiderata.

Versare sulla maggior parte dei cerchi il ripieno ai carciofi, piegarli a metà schiacciando bene i bordi e sigillandoli ripiegandoli con pollice e indice verso l’interno, partendo da un’estremità della mezzaluna per arrivare all’altra.

Preparare un’emulsione con olio e salsa di pomodoro con cui spennellare le empanadas salate e cospargerle di semi di sesamo.

I cerchi rimanenti riempirli con la mela, piegarli a metà e sigillarli come per i tortellini.

Cuocere tutte le empanadas in forno preriscaldato a 180°.

Servire tiepide versando malto e granella di mandorle su quelle dolci.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in dal mondo, dolci, dolci monoporzione, finger food, vegan e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

11 risposte a Empanadas ai carciofi e alle mele

  1. Daria ha detto:

    Non ho mai mangiato le empanadas, ma le tue in ogni caso mi ispirano molto! Intanto mi segno la ricetta, come dici tu da preparare con le bimbe! Ciao!

    • xcesca ha detto:

      Ciao Daria!
      Già che passi di qui.. è da qualche giorno che non riesco ad accedere al tuo blog (Bandwidth Limit Exceeded).. ne sai qualcosa?
      Sarei onorata se le manine delle tue bimbe provassero anche questa ricetta!

      • Daria ha detto:

        Si, si, “purtroppo” ne so qualcosa… 🙂 Visto che il mese scorso sono stata bloccata per 3 giorni per “eccesso di visite”, sto migrando ad un altro server in modo da non aver più problemi… nel frattempo però ho superato di nuovo il limite e mi hanno bloccato il sito… Uff… inoltre non so che problema avessero quelli Joomla, fatto sta che il tutto sta andando più lentamente del previsto. In ogni caso mi hanno garantito per il 26 dovrebbe essere tutto sistemato: lo spero vivamente! 🙂

  2. bianca ha detto:

    ma… la leticina è proprio necessaria? 😦

    • xcesca ha detto:

      Buongiorno Bianca!
      Puoi anche ometterla, il risultato non cambia di molto. Solo di consiglio di lasciar riposare l’impasto per qualche ora prima di usarlo. Ciao!

  3. notedicucina ha detto:

    Strawow! Bellissime! Mettono tenerezza, tutte in fila ordinate con quelle facciozze simpatiche :-). Anche noi non abbiamo mai assaggiato le “originali”, ma vista la riuscita di queste potremmo anche soprassedere e darci direttamente alla tua ricetta :-P.

  4. Chiara Volani ha detto:

    La leticina puoi usarla per fare pane e dolci, o se devi tirare delle sfoglie mooooolto sottili! Trucco da alberghiera!

  5. unavnelpiatto ha detto:

    Beh sono un meraviglia anche queste 🙂
    Mai assaggiate e provate, al rientro del boy da Roma la provo per lui con questo bel ripieno salato!
    Non ho suggerimenti riguardo la leticina perché non la uso ma credo regali davvero elasticità, puoi usarla x fare la pasta fatta in casa 😉
    Brava per non aver fritto, anch’io opto sempre per il forno! ^^
    Comunque la ricetta e’ messa fra i preferiti ed anche questa da provare… La foto, x quant’e bella, spinge proprio a cimentarsi 😉

  6. Herbs ha detto:

    mi aggiungo al club di quelli che non hanno mai assaggiato le empanadas originali.. e neppure scopiazzate… noi le abbiamo preparate solo una volta e senza seguire una ricetta precisa. Ora che c’è la tua, chi può fermarci 😉 ?
    beh, di carciofi in questo periodo ne abbiamo abbastanza, di tempo un po’ meno, ma replicherò al più presto ( le tue sono bellissime!!!)

  7. xcesca ha detto:

    @notedicucina: grazie mille! io però non disdegnerei andare nei luoghi d’origine alla ricerca di empanadas veg 😉 .. e se non ne trovo almeno mi sarò fatta un viaggetto!
    @chiara: grazie mille della dritta!! se sai qualcosa in più o hai qualche ricetta.. ben volentieri!
    @unavnelpiatto: grazie mille! sei gentilissima! spero che vi piacciano!
    @herbs: pure i carciofi hai?? invidia sempre più grande!!!!! non è che mi fai una biocesta da mandare in trentino con tutte queste delizie? ciaoo

  8. Marianna ha detto:

    anch’io non ho mai provato le empanadas, belle! non vedo davvero l’ora di provare a farle con il pargolo, mi ispirano tantissimo, brava 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...