Latte di mandorla

Nella nostra vacanza ad Imperia mi sono trovata a parlare con la mia amica del latte di mandorla, che aveva assaggiato l’ultima volta che erano venuti in Trentino.

Le ho spiegato come l’avevo fatto, ma immaginando tutti gli impegni che ha in ballo volevo dedicarle la ricetta in modo che sappia dove trovarla quando avrà un attimo di tempo.

Non lo faccio molto spesso ma è di una semplicità disarmante! Oltre alla velocità nel prepararlo ha il vantaggio che è completamente crudo e contiene tutti gli effetti benefici delle mandorle. Io lo trovo ottimo bevuto così com’è al naturale (cosa che difficilmente faccio con gli altri tipi di latte) e in più ci si ritrova della polpa di mandorle che in aggiunta a impasti di pane e torte aggiunge quel qualcosa in più.

L’unico difetto è che dura pochino rispetto ai latti commerciali (il latte di mandorla non l’ho mai comprato ma gli altri latti mi durano decisamente di più!). Diciamo che entro due giorni è meglio consumarlo.

La soluzione è farne mezza dose, oppure darlo da assaggiare a parenti e amici! Grazie al fatto che si ritrova nella tradizione siciliana, rispetto agli altri latti vegetali non riscontra così tanta resistenza da parte degli onnivori più riluttanti 😉

Aggiornamento ad aprile 2013:
Con questa ricetta partecipo a Salutiamoci!, che questo mese sarà mandorloso, ospitato da I paciocchi di Francy.

Latte di mandorla

Ingredienti per circa un litro:

200 gr di mandorle bianche non tostate
circa 1 lt di acqua
un pizzico di sale integrale (facoltativo)

Opzionalmente lasciare le mandorle in ammollo in acqua sufficiente a coprirle per qualche ora.

Frullare le mandorle molto finemente con un frullatore con la loro acqua e un pizzichino minuscolo di sale. Una volta ottenuta una crema molto uniforme aggiungere a filo la restante acqua continuando a frullare.

Il processo deve durare almeno cinque minuti in modo da amalgamare bene il tutto e frullare completamente le mandorle.

Se si desidera usare il latte per la preparazione di un dolce o per un gelato è possibile usarlo così com’è, altrimenti è opportuno filtrarlo con un panno sottile o un colino a maglie fitte avendo cura di spremere molto bene la polpa in modo da estrarre la maggior parte di liquido.

Si conserva in frigo per un paio di giorni scuotendolo prima di consumarlo.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in autoproduzione, bevande, crudo, progetti, ricette base, salutiamoci!, senza glutine, vegan e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

31 risposte a Latte di mandorla

  1. Una V nel piatto ha detto:

    Io trovo il latte di mandorle stupendo e buonissimo, è un alimento davvero squisito e dal gusto delicato. La tua ricetta è semplice e veloce 🙂
    Ottimo davvero!
    Mimì

  2. Cesca*QB ha detto:

    Hai ragione è velocissimo da fare quindi non ci sono scuse per esimersi ^_^

  3. Arianna ha detto:

    Buonissimo, anch’io lo faccio spesso!!!!

  4. LaZen ha detto:

    wow! mi sa che è da provare… come la crema di carciofi!!! 🙂 gnam gnam ieri ce la siamo mangiata di gusto!!!
    un abbraccio
    Franci

  5. ravanellocurioso ha detto:

    ti amo! mi hai ispirato per la colazione di domani … ora metto le mandorle in ammollo! ;.D

  6. Attars ha detto:

    Grazie!Ero proprio alla ricerca della ricetta per fare il latte di mandorle con il frullatore!
    Io ho comprato per la prima volta qualche giorno quello non dolcificato fa e ci sono rimasta male per il sapore!E’ quasi amarognolo!Devo provare il sapore di questo fatto in casa!
    Ciao!

  7. Valentina ha detto:

    Bellissimo blog e bellissime idee!!! Passerò a trovarti spesso, complimenti!!!

  8. Sissa ha detto:

    Già fatto! Concordo che è un’altra musica rispetto a quello comperato!
    Buona domenica!
    Sissa

  9. Katy ha detto:

    Questa è una delle mie bevande preferite! D’estate, ghiacciato, ne potrei bere litri…a volte quando ho caldissimo ci spezzetto anche qualche fogliolina di menta…mi piace un sacco 😀

  10. xcesca ha detto:

    grazie a tutte!!
    @laZen: sono contenta che vi sia piaciuta la crema! vedrai che questo latte è strepitoso!
    @ravanella: come è andata? l’hai provato?
    @attars: come nella maggior parte dei casi se la materia prima è buona vedrai che non rimarrai delusa dal risultato! Poi dipende dal grado di dolce a cui sei abituata.. secondo me viene già dolcino di suo 🙂
    @valentina: grazie mille! il nome del tuo blog mi piace un sacco!!
    @sissa: 😀 Io finora ho avuto problemi a fare il latte di soia.. non viene buono come quello comprato.. tu hai esperienza in merito?
    @katy: sicuramente da provare con l’aggiunta di menta! Sta giusto crescendo in giardino 😉

  11. donatella ha detto:

    buono!!! brava!
    la mia di soluzione, anziché farlo assaggiare, è di farci una torta… che egoista!!!

  12. Herbs ha detto:

    che buono! e,visto con i tuoi occhi, è anche bellissimo!
    io lo adoro ma non lo faccio spesso, per pigrizia. E l’ho comprato solo una volta.. dopo quella terribile esperienza ho deciso che non l’avrei più nemmeno guardato..troppo zuccherato (e sì che c’era scritto ‘bevanda alla mandorla’…)
    complimenti! io ci aggiungo anche il cocco, o le nocciole!

  13. xcesca ha detto:

    @donatella: ottima idea anche la tua! in effetti e` ottimo anche per le preparazioni da forno! me lo ricordero` la prossima volta che lo faccio!
    @herbs:grazie! nemmeno io lo faccio spessso, o meglio, lo preparo di piu` in estate da bere ghiacciato.. mi piacciono le aggiunte che fai, sicuramente da provare!

  14. ravanellocurioso ha detto:

    ciao cara! provato e SPOSATO per sempre! ;-D grazie

  15. Pingback: Latte di mandorle … in 3 mosse « ravanellocurioso

  16. Pingback: Pesche Melba tuttafrutta per Salutiamoci! | la tana del riccio

  17. Pingback: Biscottoni di riso e mandorle alla marmellata di fragoline di bosco | la tana del riccio

  18. Pingback: Primo compleanno e un tortone per festeggiare! | la tana del riccio

  19. Pingback: Merendine con crema al latte di mandorla | la tana del riccio

  20. Pingback: Salutiamoci: mangiare bene per stare bene – mandorle | la tana del riccio

  21. Pingback: Tiramisù al latte di mandorle | la tana del riccio

  22. Pingback: Due chiacchiere sul laboratorio di cucina a basso impatto | la tana del riccio

  23. Pingback: Budino di mandorle e fragole | la tana del riccio

  24. Pingback: Maionese di mandorle per Salutiamoci! | la tana del riccio

  25. Pingback: Ricotta di mandorle per Salutiamoci! | la tana del riccio

  26. Pingback: Tartufini all’okara di mandorle per Salutiamoci! | la tana del riccio

  27. Pingback: Frullati spinaciosi per Salutiamoci! e Laboratorio sui pranzi fuori | la tana del riccio

  28. Pingback: Polpette raw alle mandorle e carote e formaggino di noci brasiliane al timo limone | la tana del riccio

  29. Pingback: Polpette raw alle mandorle e carote con formaggino di noci brasiliane al timo limone | AcateringVeg

  30. Pingback: Preparato per cioccolata calda e budino 2in1 | la tana del riccio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...