Ricottina senza

La neve è arrivata anche qui, con un po’ di ritardo ma è arrivata.. e allora oggi ricettina bianca!

Troverete un po’ ovunque mille ricette perlopiù uguali per fare la ricotta di soia, ma ci tenevo a metterne una anche qui, anche perché mi servirà per il prossimo piatto che posterò.

Mia mamma usa lo stesso procedimento con il latte vaccino, e lasciandola colare un po’ di più è possibile fare una formaggella fresca da condire a piacere con spezie, erbe e olio evo.. come vedete in foto insomma.

C’è anche chi la usa per preparazioni dolci, ma io non ho ancora provato. Comunque di per sé non aspettatevi questo gran sapore, diciamo che è molto delicata (come d’altro canto una ricotta deve essere). Io ce la vedo bene come base per altre preparazioni, poi fate un po’ voi come preferite!

Vi consiglio di usare un latte ad alta percentuale proteica (per capirci intorno al 3,8% di proteine), altrimenti potreste davvero ottenere una ricottina minuscola!

Ricottina senza

Ingredienti per una ricottina:

1 l di latte di soia ad alta percentuale proteica
5 cucchiai di aceto di mele

Portare ad ebollizione il latte di soia e nel momento di massimo bollore aggiungere l’aceto di mele mescolando bene.

Coprire, spegnere il fuoco e lasciar cagliare 5 minuti.

Filtrare la ricotta attraverso un colino sciacquandola bene sotto l’acqua corrente per togliere il sapore di aceto. Versarla in un filtro da ricotta e lasciarla riposare qualche ora in frigo o finché non raggiunge la consistenza desiderata.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in antipasti, autoproduzione, ricette base, senza glutine, soia tofu e seitan, vegan e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a Ricottina senza

  1. perlinazzurra ha detto:

    Questa la farò senz’altro! La zia Renata mi aveva insegnato a fare quella con il latte normale, ma non mettevo l’aceto, ne sono sicura! E poi per farla colare la mettevo nei vasetti dello yoghurt bucati sul fondo!

  2. ravanellocurioso ha detto:

    le ricette che io adoro! semplici, essenziali e belle belle! BRAVA!

  3. Herbs ha detto:

    carinissima, complimenti! 🙂

  4. xcesca ha detto:

    @perlina: la prossima volta proverò a farla con il succo di limone, anche se probabilmente ce ne vorranno un po’ di più di 5 cucchiai il sapore credo sarebbe più adatto anche a preparazioni dolci.. in caso ti faccio sapere!
    @ravanello: grazie! hehe.. tra yogurt colato e ricottine qui sembra di essere in un caseificio 😉
    @herbs: grazie!

  5. Pingback: Mezzelune saracene al radicchio | la tana del riccio

  6. Pingback: Cajincì per Namesté | la tana del riccio

  7. Pingback: Pasta natalizia | la tana del riccio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...