Biscotti Diana

Per arrivare a questi biscotti il giro è stato lungo, ma devo dire che mi hanno soddisfatta per quello che stavo cercando. Dimenticatevi dei classici biscotti come la tradizione li intende, ma pensate piuttosto a delle barrette ai cereali.. ecco, qualcosa di simile..

Causa gastrite la dietologa/omeopata mi aveva consigliato di fare 5 pasti al giorno ma più ridotti, e lo spuntino di metà mattina e metà pomeriggio prevedeva sempre un frutto e un pacchetto di crackers. Beh, potete immaginare che dopo mesi a due pacchetti di crackers al giorno uno si può anche stufare. Poi sono passata alle gallette.. ma anche lì ho rischiato di prendermene un goso.

Poi un giorno capito su questo interessantissimo post di ravanellocurioso e mi guardo tutto il video del Dott. Berrino che, per mio modesto parere, è uno che ne sa.. e a quanto pare non lo penso solo io visto che è il responsabile del servizio di epidemiologia dell’Istituto dei Tumori di Milano. Ad ogni modo in questo video accenna a questi “biscotti Diana”.

A questo punto mi sono messa alla ricerca della ricetta di questi famosi “biscotti” che già mi aspettavo senza zucchero, uova e burro ma ho trovato qualcosa di più.. questi non contengono nemmeno dolcificanti naturali se non quelli della frutta fresca e secca, e nemmeno olio. La ricetta l’ho trovata sul blog lalunadeigolosi ed è questa qui, e lei li ha proprio presi dal libro  “Alimentare il benessere” proprio di Franco Berrino.

Io l’ho cambiata proprio leggermente a seconda degli ingredienti che avevo a casa, e questa è stata la mia merenda per i giorni successivi. Si tratta di biscotti molto sazianti e ricchi di frutta secca energetica, già due bastano come spuntino. Io consiglio di mangiarli entro due giorni perché poi diventano più gommosi.

PS: durante la gastrite mi avevano sconsigliato di consumare frutta secca, quindi se foste in questa situazione vi consiglierei di usare solamente semi (girasole, zucca, lino, sesamo..) al posto di noci, mandorle ecc. e di non esagerare.

Quasi mi dimenticavo, con questa ricetta vi saluto.. me ne vado qualche giorno a Barcelona a trovare dei carissimi amici!!

Aggiornamento ad aprile 2013:
Con questa ricetta partecipo a Salutiamoci!, che questo mese sarà mandorloso, ospitato da I paciocchi di Francy.

Biscotti Diana

Ingredienti per una teglia:

90 gr di farina 2
90 gr di fiocchi di avena
un bicchiere tra noci, nocciole, mandorle, semi di girasole, semi di lino
1 cucchiaio di quinoa soffiata
100 gr di latte di soia
30 gr di uvetta
1 mela e 1 pera piccoline
1/2 bustina di cremor tartaro
buccia grattugiata di  mezzo limone
un pizzico di sale
un pizzico di cannella
un cucchiaio di farina di cocco

Mettere in ammollo l’uvetta in acqua tiepida e mentre riposa tritare grossolanamente noci, nocciole e mandorle.

In un recipiente unire tutti gli ingredienti secchi (farina, sale, frutta secca, avena, quinoa, cannella) tranne la farina di cocco e il cremor tartaro.

A parte grattugiare finemente la mela e la pera, ed aggiungervi il latte,l’uvetta strizzata e la buccia di limone. Mescolare bene ed aggiungere agli ingredienti secchi.

Frullare il tutto con un minipimer lasciando comunque il composto un po’ grossolano. Il risultato sarà parecchio appiccicoso. Infine aggiungere il cremor tartaro.

Con un cucchiaio formare dei biscotti piuttosto piatti sulla placca rivestita di carta forno e spolverarne la metà con poca farina di cocco. Cuocere a 180° per una ventina di minuti.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in biscotti, dolci, progetti, salutiamoci!, vegan e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a Biscotti Diana

  1. Lory ha detto:

    Ma che belle variazioni! Complimenti!

  2. Elena Bedin ha detto:

    Li proverò assolutamente ! 🙂

  3. xcesca ha detto:

    @lory: grazie mille!
    @elena: mi fa piacere! fammi sapere come ti sono sembrati!

  4. Francesca ha detto:

    Salutino notturno 🙂 sono passata a rubare un biscottino prima di andare a dormire!

  5. Arianna ha detto:

    Ciao, ho trovato il tuo blog x caso e mi piace troppo!!!!! Buoni questi biscottini……..il dott. Berrino e’ un mito!!!!

    • xcesca ha detto:

      Ciao Arianna! Grazie mille! In questo modo ho potuto guardare il tuo blog.. ho già visto un po’ di ricette che proprio mi piacciono.. con farine integrali, senza zucchero.. sisi, devo assolutamente segnarmele! Grazie di essere passata, a presto!

  6. Pingback: Salutiamoci: mangiare bene per stare bene – mandorle | la tana del riccio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...